Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Castello d’Albertis diventa “Museo per tutti”: installazione sensoriale per aiutare i disabili a fruire dell’arte

L’obiettivo è offrire alle persone con disabilità la possibilità di sperimentare un percorso di visita e attività su misura per loro

Più informazioni su

Genova. Aprire le porte della cultura a tutti, anche alle persone che hanno disabilità non solo motorie ma anche sensoriali e intellettive. Il museo delle Culture del mondo, a Castello D’Albertis entra nel progetto “Museo per tutti”.

castello d'albertis museo di tutti

L’obiettivo è offrire alle persone con disabilità la possibilità di sperimentare un percorso di visita e attività su misura per loro. Per fare questo sono state messe a punto guida cartacea pensata per persone con disabilità intellettiva, scaricabile anche online, e l’installazione “Sensoriale” con suoni, profumi, colori, vibrazioni e due grandi sedute morbide, per il benessere e la stimolazione cognitiva.

“Le porte dei nostri musei devono essere aperte davvero a tutti – spiega l’assessore alla Cultura Elisa Serafini – Con Castello D’Albertis e l’intera rete dei nostri musei sosteniamo un importante progetto orientato a rendere fruibili e accessibili i nostri spazi anche alle persone diversamente abili. Vogliamo che chi entra in un museo possa vivere un’esperienza di formazione, di divertimento e culturale. È questo riusciamo a farlo anche attraverso l’uso delle tecnologie”. Un’iniziativa tesa a dimostrare l’attenzione dell’amministrazione nei confronti delle disabilità.

“Vogliamo dare la possibilità di fruire l’arte – ha sottolineato l’assessore ai servizi sociali, Francesca Fassio – alle persone che hanno disabilità”. Oltre all’installazione sensoriale e’ stata messa a disposizione anche una guida di lettura facilitata del museo. “Spesso quando si parla di disabilità si pensa a quella motoria o sensoriale – spiega Carlo Riva, direttore dell’associazione l’abilità – mentre noi pensiamo a quelle che hanno un deficit intellettivo. Per loro abbiamo messo a punto una guida a lettura semplificata che facilita la comprensione di un museo per far vivere pienamente l’esperienza museale”. Il risultato di questo lavoro verrà presentato alla cittadinanza a Castello D’Albertis domenica 3 dicembre in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabiltià.