Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

CasaPound Genova, sabato l’inaugurazione della sede con un dibattito all’Astor di Nervi

Al pomeriggio un confronto dibattito nel municipio 'amico'. Questa notte saldata la serratura della sede di via Montevideo

Più informazioni su

Genova. Sarà un dibattito-convegno all’hotel Astor di Nervi a inaugurare ufficialmente sabato pomeriggio intorno alle 16 la sede di CasaPound di via Montevideo a Genova. L’hotel che si trova in viale delle Palme è normalmente uno dei punti di riferimento per i ritiri delle squadre di calcio.

Da Casapound al momento non confermano ma non smentiscono rinviando a domani mattina “quando riceverete tutti un comunicato stampa con i dettagli e le modalità di accredito” taglia corto Christian Corda di Casapound Genova.

Il partito di estrema destra, nell’occhio del ciclone dopo il successo appena ottenuto ad Ostia ma anche il pestaggio di un giornalista ad opera un membro del clan Spada, aperti sostenitori di Casa Pound, rinvia quindi l’ufficializzazione dell’evento fino all’ultimo minuto. Soprattutto per ragioni di sicurezza.

All’appuntamento di sabato dovrebbero partecipare i vertici di CasaPound dal presidente Gianluca Iannone al vicepresidente Simone Di Stefano. Quasi certa anche la presenza degli ‘amici’ di Lealtà Azione con cui Casapound condivide la maggior parte delle iniziative. Il dibattito dovrebbe essere organizzato alla presenza di un giornalista ma il nome sarà reso noto solo domani con un comunicato stampa. Evidentemente i fatti di Ostia hanno creato un po’ di imbarazzo anche nel movimento genovese nonostante oggi, da Roma, sia arrivata una presa di distanze.

In ogni caso Genova non è Roma e Casapound lo sa. Per questo l’evento è stato organizzato nel quartiere politicamente più vicino (il presidente del municipio Carleo, ex carabiniere, è stato (ri)eletto tra le fila di Fratelli d’Italia).

Intanto questa notte ignoti hanno incollato con una resina la serratura della sede.

Bruco, il degrado del fratello minore

Da vedere se sabato gli antifascisti, decideranno di organizzare una manifestazione di protesta oppure di ignorare l’appuntamento.