Quantcast
La segnalazione

Bolzaneto, dopo lo sgombero di maggio ‘risorge’ il campo nomadi in via Bruzzo

Le foto di un lettore preoccupato per i rifiuti nuovamente gettati nel torrente

Bruco, il degrado del fratello minore

Genova. Lo sgombero del campo rom di via Bruzzo a Bolzaneto era stato praticamente l’ultimo atto della giunta Doria dopo anni di lamentele degli abitanti e anche del municipio a causa soprattutto dell’enorme quantità di rifiuti gettati nel greto del Polcevera. Erano una trentina le famiglie che vivevano nel campo di cui alcune con bambini in precarie condizioni igienico-sanitarie.

Ma, a pochi mesi da quel 9 maggio, il campo, dietro al mercato ortofrutticolo sta risorgendo.

Bruco, il degrado del fratello minore

A segnalare il ritorno dei nomadi e delle baracche fatiscenti in un’area non lontana da quella che era stata sanificata questa primavera (e che è oggi chiusa da jersey) è un lettore di Genova24. Come si vede dalle foto, un primo nucleo di baracche è stato già ricostruito e nel torrente cominciano nuovamente a comparire cumuli di spazzatura.

Tre le nuove costruzioni sarebbero presenti alcuni passeggini a indicare nuovamente la presenza di minori, il che rende la situazione del campo più pericolosa visto che non esiste alcuna barriera protettiva verso il greto del torrente.

Il lettore chiede un intervento da parte del Comune di Genova.

Più informazioni