Quantcast
A1 femminile

Bogliasco, il cuore non basta: Padova passa alla Vassallorisultati

Mario Sinatra amareggiato per la direzione arbitrale

BOGLIASCO BENE

Bogliasco. Non basta una buona prova alle ragazze del Bogliasco Bene per fermare la corsa delle tricampionesse d’Italia del Plebiscito Padova. Alla Vassallo le venete si impongono per 6 a 4, sfruttando la maggiore esperienza delle proprie atlete e gestendo il doppio vantaggio racimolato nel secondo quarto.

Ancora una volta la sfida tra biancoazzurre e biancorosse si rivela povera di reti ma ricca di emozioni ed equilibrio. Dopo quasi 5 minuti di studio, a spezzare l’inerzia iniziale ci pensa Barzon che, in superiorità numerica, approfitta della scarsa reattività della difesa ligure per battere Malara. Bogliasco risponde a due secondi dalla prima sirena con Casey, servita da una giocata magica di Cocchiere.

Nella seconda ripresa Padova mette la freccia, andando in rete all’inizio e alla fine del parziale rispettivamente con Savioli e Queirolo.

Le padrone di casa reagiscono in apertura di terzo quarto quando una rapida ripartenza di Giulia Millo premia l’inserimento centrale di Zimmerman con un assist che l’australiana trasforma in oro grazie ad un’astuta palombella. Dopo il secondo centro di giornata di Queirolo, le bogliaschine trovano il primo gol in superiorità numerica con Cocchiere. Un’azione subito imitata dalla venete con Savioli, che ristalisce il doppio vantaggio ospite prima degli ultimi otto minuti.

La speranza delle liguri di riacciffurare un pareggio tutto sommato meritato la riaccende ancora Cocchiere a 2’15″ dalla fine, ma sul rovesciamento di fronte una discussa superiorità numerica permette ancora una volta al Plebiscito, questa volta con la rete Sohi, di tenere a distanza le avversarie e di superarle in classifica.

Dispiace molto per il risultato finale ma se la nuova pallanuoto è questa possiamo pure decidere di non giocare più – commenta amaro a fine gara coach Mario Sinatra –. Onestamente non capisco il metro di giudizio degli arbitri, che soprattutto sulle corsie esterne hanno lasciato che le ragazze si massacrassero. Ad ogni modo se perdiamo 6-4 contro le campionesse d’Italia, oltretutto schierando una ragazzina in porta, significa che qualcosa di buono l’abbiamo fatto. Stiamo accorciando sempre di più il gap rispetto alle altre ma dobbiamo crescere ancora e capire che a questi livelli non si devono più commettere ingenuità. Gli avversari i gol se li devono sudare”.

Il tabellino:
Bogliasco Bene – Plebiscito Padova 4-6
(Parziali: 1-1, 0-2, 2-2, 1-1)
Bogliasco Bene: Malara, Viacava, Zimmerman 1, Dufour, Trucco, G. Millo, Maggi, Rogondino, Boero, Rambaldi, Cocchiere 2, Casey 1, E. Falconi. All. M. Sinatra.
Plebiscito Padova: Teani, Barzon 1, Savioli 2, Gottardo, Queirolo 2, Casson, A. Millo, Dario, Sohi 1, Cardillo, Nencha, Mazzolin, Giacon. All. S. Posterivo.
Arbitri: Colombo e Romolini.
Note. Uscita per limite di falli Sohi nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Bogliasco 1 su 8, Plebiscito Padova 3 su 7.

leggi anche
GIULIA MILLO
A1 femminile
Bogliasco, Giulia Millo: “Con Padova serve lo spirito di giovedì scorso”