Al maschile

Bogliasco, brutta prova a Catania: sconfitta inevitabilerisultati

Biancoazzurri sempre ad inseguire, i siciliani vincono con 4 reti di scarto

Bogliasco. Brutta battuta d’arresto per il Bogliasco, sconfitto 14-10 in casa della matricola Nuoto Catania.

Privi dell’influenzato capitan Guidaldi, i biancoazzurri pagano una partenza shock che permette ai siciliani di indirizzare l’incontro a proprio favore già nel primo quarto, chiuso avanti 4-1. Nei primi otto minuti l’unico squillo ligure è quello di Cimarosti che in superiorità numerica fissa il momentaneo, e di fatto unico, pareggio di una gara per il resto sempre condotta dai padroni di casa.

Nella seconda ripresa i bogliaschini chiudono le maglie difensive e con le reti di Brambilla e ancora di Cimarosti riducono al minimo lo svantaggio. Sembra il segnale della riscossa levantina ma è solo un’illusione. Dopo aver fallito la palla per riequilibrare l’incontro in apertura di terzo tempo, il Bogliasco paga infatti a caro prezzo il risveglio catanese.

In poco più di mezzo minuto gli etnei spingono nuovamente a meno 3 gli avversari, andando in rete con l’ex Divkovic e con La Rosa. I ragazzi di Bettini provano ancora una volta a reagire ma la rete di Monari, quella del solito Cimarosti e la doppietta di Sadovyy non sono sufficienti per colmare un divario che Catania consolida stabilmente.

Nel quarto tempo i biancoazzurri provano il tutto per tutto ma non riescono a risalire mai oltre il meno 2. I gol di Brambilla, Cimarosti e Di Somma si rivelano inutili al cospetto di un Catania attento e concentrato che termina l’incontro addirittura in crescendo, andando a vincere 14-10.

Oggi abbiamo giocato davvero una gran brutta partita – ammette Daniele Bettini a fine gara –. Siamo stati sempre a inseguire l’avversario. In uno scontro come questo non si possono commettere così tante ingenuità e regalare gol come abbiamo fatto noi. E’ vero che dobbiamo ancora trovare l’amalgama giusta e che siamo ancora un cantiere a cielo aperto ma ciò che mi aspetto dai ragazzi è qualcosa di molto diverso che spero di vedere già da sabato prossimo. Ci manca un po’ di cattiveria e di convinzione. Dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare forte”.

Il tabellino:
Nuoto Catania – Bogliasco Bene 14-10
(Parziali: 4-1, 0-2, 6-4, 4-3)
Nuoto Catania: Jurisic, Lucas, B. Torrisi, La Rosa 1, Sparacino, Catania, G. Torrisi 6, Danilovic 2, Kacar 2, Privitera 1, Divkovic 2, Kovacic, Graziano. All. Dato.
Bogliasco Bene: Prian, Ferrero, Di Somma 1, Lanzoni, Brambilla Di Civesio 2, Gambacorta, Monari 1, Cimarosti 4, Fracas, Puccio, Sadovyy 2, Di Donna. All. Bettini.
Arbitri: Collantoni e Ricciotti.
Note. Espulso per proteste Kacar nel quarto tempo. Usciti per limite di falli Sparacino e Cimarosti nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Catania 4 su 8, Bogliasco 8 su 12.