Quantcast
Secondo grado

Alluvione 2011, procura generale chiede conferma condanna per Marta Vincenzi e indagine ad hoc sui dirigenti scolastici

L'ex sindaco accusata di omicidio colposo plurimo, disastro colposo e falso nel processo d'appello per l’alluvione del 2011 in cui morirono sei persone.

sentenza alluvione marta vincenzi

Genova. Il procuratore generale Luigi Cavadini Lenuzza ha chiesto la conferma della condanna a 5 anni di reclusione per l’ex sindaco di Genova Marta Vincenzi, accusata di omicidio colposo plurimo, disastro colposo e falso nel processo d’appello per l’alluvione del 2011 in cui morirono sei persone.

Chiesta anche la conferma della condanna a quattro anni e nove mesi per l’ex assessore comunale alla protezione civile Francesco Scidone e a 4 anni e 5 mesi per il dirigente comunale Gianfranco Delponte.

Il procuratore generale ha chiesto inoltre la trasmissione degli atti alla procura per i dirigenti scolastici che decisero di far uscire i ragazzi dalle scuole nonostante la situazione di pericolo e che ora potrebbero ritrovarsi a loro volta indagati per disastro colposo.