Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Al Dall’Ara di Bologna la Samp si sgonfia: finisce 3 a 0 per i padroni di casa risultati

La "pancia piena" dopo l'indigestione Juve complica la prestazione sul campo felsineo

Bologna. Mentre lo speaker annuncia le formazioni in campo, chi scrive subisce il fascino che emana il “Renato Dallara”, al ricordo di un Bologna-Napoli, ricco di stelle calcistiche… Era la squadra rossoblù del tedesco “atipico” Helmut Haller, mentre nel Napoli giostravano Omar Sivori, Josè Altafini (autore del goal vincente) e l’ex sampdoriano Pierluigi Ronzon…

Bologna (4-3-3): Mirante; Mbaye, Maietta, De Maio, Torosidis; Donsah, Pulgar, Poli; Verdi, Destro, Palacio.

Sampdoria (4-3-1—2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Strinic; Barreto, Torreira, Verre; Ramirez; Zapata, Quagliarella.

La sorpresa, in casa Samp, è rappresentata dalla presenza di Verre nell’undici titolare, al posto dell’acciaccato Praet (comunque a disposizione in panchina, al contrario di Linetty). L’impatto dell’ex Pescara, al suo ingresso contro la Juventus, è stato lusinghiero, quindi vediamo se mister Giampaolo azzecca anche questa…

Donadoni, per sua scelta, rinuncia a Masina, cui gli è preferito Mbaye, con slittamento a sinistra del greco Torosidis, mentre, nel riscaldamento, deve rinunciare a Gonzalez (che lascia il posto a Maietta). Davanti, conferma per Destro, al fianco dell’ex genoano Palacio, presumibilmente il “pericolo n°1, per la difesa doriana.

Inizio shock… Passano solo due minui e Verdi corre già sotto la curva a raccogliere gli applausi del suo pubblico, dopo aver insaccato la palla dell’1-0, riprendendo una corta respinta di Viviano, su conclusione di Destro, dopo un velo di Poli.

Al 7° problema fisico per Strinic, dentro Murru… piove sul bagnato.

All’11° bel lancio di Ferrari per Ramirez, messo in condizione di concludere a rete, ma anticipato da Maietta.

Al 13° Viviano respinge di pugno un colpo di testa di Destro, su corner.

Altro corner per i rossoblù al 15°, con tiro di Pulgar, da lontano, fra le braccia di Viviano.

Al 18° ci prova anche Torosidis: para Viviano.

Bologna padrone del campo… ed infatti su calcio d’angolo di Verdi, arriva il 2-0 per i felsinei, con Mbaye che segna il suo terzo goal il Serie A… e l’ulteriore nota negativa sta nel fatto che anche gli altri due li ha fatti alla Sampdoria (quando giocava nel Livorno).

Al 32° l’arbitro fischia ‘pro’ Torosidis e ‘contro’ Zapata un allacciamento in area bolognese… giornata no, in tutti i sensi.

Al 41° tentativo di Ramirez, da posizione quasi impossibile, con Mirante attento a respingere.

Al 43° giallo per Torosidis per un’entrata a gamba tesa su Barreto. Sulla successiva punizione, azione pressante della Samp, con Ramirez anticipato da Destro, su assist di Quagliarella.

Al 45° Torreira fa filtare una bella palla per Zapaata, che non riesce a sfruttarla

Al 47° ancora Torosidis atterra Zapata al limite area e si becca il secondo giallo… finisce il primo tempo col Bologna, che vince 2-0, ma ridotto in dieci uomini.

Squadre negli spogliatoi per l’intervallo, dopo un episodio che potrebbe fungere da digestivo per la “pancia piena”, che hanno dimostrato di avere, i giocatori di Giampaolo, per quasi tutto il primo tempo.

Donadoni corre ai ripari, inserendo Masina per Destro ed anche Giampaolo cambia le carte sulla tre/quarti, mandando in campo Caprari al posto di Ramirez.

Primi 15 minuti di pressione Samp, culminati in un anticipo di testa di Maietta su Zapata ed in un’ incursione di Berezinski sulla destra… ora soffre il Bologna, schiacciato nella sua area.

Al 60° Maresca ammonisce, col giallo, Berezinski, il più propositivo dei blucerchiati, mentre lo fa solo “a voce” con Mirante, per perdita di tempo… ma intanto la ‘verve’ degli uomini di Giampaolo sembra già assopita… ed allora il mister mette dentro Alvarez… proprio per il polacco.

Al 66° Alvarez si presenta con un tiro dalla lunga distanza, parato a terra da Mirante.

Al 68° occasione di testa per Silvestre… Mirante dice di no e l’arbitro non concede il ‘dovuto’ corner.

Al 70° giallo a Ferrari per proteste… nel frattempo è entrato Orji Okwonkwo, al posto di Verdi e subito confeziona il 3-0, colpendo indisturbato, su assist di Donsah, partito in contropiede, sulla fascia orfana di Berezinski.

Al 77° una conclusione di Verre si stampa sul palo e sul rimbalzo Mirante para, alla grande su Caprari.

Al 78° Taider per Palacio, che esce fra gli applausi.

All’80° Dondah vuole fare tutto da solo e sciupa una ripartenza, che poteva affossare la Samp, i cui giocatori arrivano sempre secondi sulle palle vaganti.

All’86° Masina chiude in angolo su Quagliarella.

Tre minuti di inutile recupero… pesante e cocente sconfitta, analoga a quella di Udine… meglio rivolgere la mente alla sfida di Coppa Italia col Pescara…