Quantcast
Malore improvviso

Addio a Dante Taccani, scompare un’altra figura storica della sinistra genovese

Fu assessore con Pericu e storico preside del Bergese. I funerali giovedì mattina al tempio laico di Staglieno.

Bruco, il degrado del fratello minore

Genova. Dopo la morte di Andrea Tosa avvenuta una settimana fa oggi la sinistra genovese dà l’addio improvviso a un’altra figura storica di questa città.

E’ morto questa mattina a 74 anni a causa di un malore improvviso Dante Taccani, ex assessore comunale alle politiche abitative e all’immigrazione con la giunta Pericu ed ex preside dell’istituto alberghiero Berghese di Sestri ponente.

A dare il triste annuncio tanti ‘compagni’ di strada. Taccani, milanese di origine, era arrivato a Genova negli anni Settanta per contribuire alla costruzione di Avanguardia Operaia, poi il passaggio in Democrazia Proletaria e infine la confluenza in Rifondazione Comunista nel 1991. “Il nome di Dante e’ indissolubilmente legato a Patrizia e alle tante battaglie che insieme hanno condotto con grande passione e generosità dentro e fuori il nostro partito” ricordano dal Partito della Rifondazione Comunista.

Divenuto assessore con Pericu “quando il partito decise di interrompere la fiducia con la giunta Pericu per i fatti di Genova del 2001, Dante ritorno’ al lavoro di Preside e al circolo di Rifondazione a cui era iscritto dimostrando coerenza e onestà”. Le dimissioni avvennero quando il Comune di Genova sotto l’amministrazione Pericu decise di costituirsi parte civile contro i manifestanti accusati di devastazione e saccheggio per i fatti del G8, costituzione che in realtà non andò a buon fine in quanto venne rigettata dal tribunale.

Anche l’ex assessore alle politiche sociali Bruno Pastorino, oggi segretario provinciale di Sinistra italiana, ricorda l’amico e compagno: “In questi quattro decenni abbiamo fatto pezzi di strada insieme e altri divisi; ma c’era sempre un momento in cui ci si ritrovava. E, almeno per me, allora, fosse un partito o una campagna, un referendum o una manifestazione, vederti lì dov’ero anch’io, mi dava la certezza di stare dalla parte giusta. Mi mancheranno le tue parole, la tua saggezza, la tua pungente e intelligente ironia. Ci hai fatto davvero un brutto scherzo oggi, Dante. E mi hai pure insegnato che diavolo significhi quella pietosa frase “da oggi siamo più soli”. Riposa in pace e sappi che ti abbiamo voluto bene”.

Condoglianze da tutta la redazione di Genova24 alla compagna di Taccani, Patrizia Poselli e ai figli Igor e Gabrio.

I funerali si svolgeranno giovedì mattina alle 11.45 al tempio laico del cimitero di Staglieno.

Più informazioni