Quantcast
Curiosità blucerchiate

Week end poco fortunato per i giocatori della Samp in prestito

Tanta panchina e poca gloria per i ragazzi della Sampdoria, che dovrebbero farsi le ossa altrove

Andrea Tessiore   Sampdoria Primavera

Genova. Week end zeppo di panchine, per i ragazzi che la Sampdoria ha mandato a farsi le ossa in giro per l’Italia.

Nemmeno un minuto in campo, nella sfida di Ferrara, fra Spal ed il Genoa, per Federico Bonazzoli rimasto seduto in panca, a fianco dell’ex doriano Luca Rizzo, mentre ha partecipato attivamente alla vittoria degli estensi, l’altro ex blucerchiato, Bartosz Salamon.

Analoga sorte, di panchinaro, tocca a Lorenco Šimić, anche se, a dire il vero, la scelta di mister Vivarini, di preferirgli Veseli e Romagnoli, non è stata premiata, né dal risultato (vittoria per 2-1 della Salernitana), né dalla prestazione dei due centrali empolesi (voto 5,5 per entrambi da parte del sito “PianetaEmpoli”).

Non va meglio a Michele Rocca, dato che anche lui resta, con le scarpe bullonate slacciate, ad assistere, da seduto, alla disfatta in cui incorre la Pro Vercelli di mister Grassadonia, in quel di Foggia.

Brutta tegola, purtroppo, per l’arenzanese Gabriele Rolando, che dopo la bella prestazione esibita contro il Carpi, ha dovuto dare forfait, per un infortunio al piede destro e non ha partecipato, dunque, al match vinto dai ragazzi palermitani di Bruno Tedino, contro la Virtus Entella, grazie ad una doppietta del macedone Ilija Nestorovski, un centravanti che c’entra poco con la Serie B e che davvero vedremmo volentieri in maglia blucerchiata, come ipotizzato in un articolo di ‘fantamercato’ di questa sessione estiva.

Insomma, per trovare un ragazzo della Sampdoria in campo, bisogna scendere in Serie C e parlare di Pistoiese-Prato (1-0), risolta, al 94°, dall’uruguaiano Juan Surraco, subentrato proprio a Giacomo Vrioni, che comunque ci aveva provato, al 33′, con un colpo di testa, di poco sopra la traversa e checché ne pensi mister Paolo Indiani (che sarà soddisfatto di averlo sostituito con l’uomo che poi gli ha fatto vincere la partita), indicato nella cronaca di “PistoiaSport” come il migliore degli arancioni, finché è rimasto in campo.

Come nota di cronaca di questa partita, segnaliamo l’ingresso in campo, nella ripresa, nella fila della Pistoiese, dell’ex blucerchiato Jonathan Rossini (51 partite nella Samp nel biennio 2011/13 e perfino una partita nella Nazionale maggiore della Svizzera).

Nella bella prestazione dell’Arezzo, contro la Viterbese (1-1), restano a scaldare la panchina Criscuolo e Di Nardo (complice la doppietta di Cutolo a Monza), mentre lo slovacco Atila Varga è regolarmente in campo, con la maglia numero 5 sulle spalle.

Tutto sommato, è andata bene anche a Maxime Leverbe, a non scendere in campo al “Bruno Nespoli”, nel derby della Gallura, fra Arzachena e Olbia, dato il clamoroso risultato a favore della squadra della Costa Smeralda… uno storico 3-0, sui più rinomati avversari della città di uno dei più importanti porti della Sardegna.

Tris di panchine (Hadziosmanovic, Ponce e Baugmanter) nel Livorno, che affonda (3-0) il Pro Piacenza, mentre Antonio Palumbo è in cabina di regia (fino al 79°), al “Gustavo Ventura” di Bisceglie, nell’analogo risultato, che vede il Trapani di Calori travolgere la squadra locale ed addirittura il centrocampista, targato Samp, provare a iscrivere il suo nome nel tabellino dei marcatori, con un gran tiro su punizione, parato in tuffo dal portiere pugliese, Diamante Crispino (vivaio Napoli).

E deve fare il dodicesimo anche Wladimiro Falcone, perché la porta del Bassano, nello O-0 col Renate, la difende Matteo Grandi (scuola Cesena), come è pure panchina per Michele Ragone (nella sfida in cui la Nocerina batte il Palazzolo 2-0) e per Alessio Tissone (nella sconfitta del Gavorrano a Pontedera), mentre è in campo Jacopo Cioce (capitano della Primavera Samp dello scorso anno), nella pesante sconfitta (1-4), subita dal Savona a Seravezza.

Week end poco allegro per Bambo Diaby, espulso per un doppio cartellino giallo, a trenta minuti dal termine del match fra la sua squadra catalana, il Peralada e l’ Atlético Baleares (0-0), al “Campo de Son Malferit di Palma di Maiorca.

Più informazioni