Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Sei tu in questo video???”, torna il virus dei falsi link a YouTube: raffica di “infezioni” anche a Genova

Se siete stati destinatari o mittenti inconsapevoli del malware, ecco cosa fare per liberarsene per sempre

Più informazioni su

Genova. E’ arrivato anche a voi? Un messaggio su Messenger, magari da parte di un amico o amica che non vi scriveva da tempo e che, all’improvviso, vi chiede “Sei tu in questo video???”, con tanto di emoticon sorpresi.

E’ tornato in circolazione, o forse non se ne era mai andato del tutto, come una malattia che ha fatto solo finta di essere debellata, il malware – o virus – che si diffonde attraverso la piattaforma di messaggistica del social network più comune: Facebook.

La trappola arriva sottoforma di un link. Se vi chiamate Mario, il link sarà qualcosa del tipo “Mario Video” con un’estensione “bit.ly” o “t.cn”. Non ci vuole molto a capire che la cosa migliore da fare è non cliccare e cancellare il messaggio ma, se ci siete cascati, sarete reindirizzati su una pagina web infettata da un malware che a sua volta vi inzepperà il pc di pubblicità, veicolo di altre infezioni digitali (da Chrome si viene reindirizzati a un falso canale YouTube, da Firefox si finisce su Flash Player).

Il virus è di tipo Trojan. Ciò significa che chi lo apre diventa a sua volta veicolo, come in una catena virale. Non se ne accorgerà, peraltro, finché non glielo farà notare qualcuno dei destinatari.

E’ dal 2016 che questo tipo di malware è in giro per la rete. E non è l’unico. Cosa fare se si viene contagiati? Qualche consiglio lo dà la Polizia Postale: dovrete accedere, ma da un computer non infettato, al vostro profilo Facebook. Cambiate la password. Dal pc infetto, senza aprire Facebook, lanciate un antivirus. Dopodiché modificate le impostazioni di Facebook limitando l’accesso al vostro Diario da parte di altri contatti, come invio link e tag.