Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Skin in veste di dj per la movida genovese, e tanti eventi tra natura, cultura e gusto per il weekend genovese

In programma anche il Beer Festival, la sagra di Sciarborasca, una passeggiata tra gli ulivi di Né e il Book festival a palazzo Ducale

Genova. Tra musica, cultura e gusto, weekend fitto di appuntamenti a Genova e dintorni, senza tralasciare qualche spunto per trascorrere il tempo libero all’aria aperta.

Ma partiamo con la movida: questa sera, sabato 21 ottobre, al locale Casa Mia Club di via XII Ottobre, la cantante Skin, storica frontwoman della band Skunk Anansie, sarà per la prima volta in consolle, in veste di dj, per un sabato notte mai visto in città. Negli ultimi giorni la cantante ha partecipato come aiuto-giudice al programma tv X Factor Italia.

A Genova, fino a domenica, Palazzo Ducale ospita la Fiera Nazionale dell’Editoria Indipendente, grazie al progetto Book Pride in tour. In programma dibattiti, presentazioni di libri e laboratori per ragazzi, con la presenza di oltre 70 case editrici a rappresentanza dell’eccellenza dell’editoria  di progetto in Italia, da Sellerio a E/O, a Fazi a Minimum Fax, per citare solo le più note. Ingresso libero. Qui le informazioni sull’evento.

Restando a Palazzo Ducale prosegue la mostra su Rubaldo Merello, uno dei maggiori pittori liguri del Novecento, a cura di Matteo Fochessati e Giani Franzone.  La mostra ripercorre la complessa e articolata esperienza dell’artista, alla luce di una nuova sensibilità critica. Se infatti una rilettura della sua opera era già stata avviata negli anni Settanta riconoscendone il risalto nazionale, la mostra di Palazzo Ducale intende far luce anche sul contesto storico in cui Merello si formò e all’interno del quale riuscì ad emergere. Ecco le info sulla mostra.

E anche se l’estate è decisamente un ricordo lontano, non si arrendano gli estimatori delle sagre: torna una di quelle più attese e partecipate della Riviera: Castagnata, Polentata e non solo. Prganizzata dal Team di Volontari della Croce d’Oro di Sciarborasca è pronta per animare due giornate di ottobre: sabato 21 a cena e domenica 22 a pranzo! Due giorni all’insegna della gastronomia, della musica dal vivo, del gioco, del divertimento per grandi e piccoli. La kermesse, che utilizza solo materiale di consumo biodegradabile ed ecocompatibile, si svolgerà a partire dalle ore 19 di sabato 21 ottobre presso la sede sociale a Sciarborasca nel Centro Civico P.Delussu (Cogoleto – Ge) con seconda, ed ultima, giornata di festa domenica 22 dalle ore 12. Nei pressi è disponibile un ampio parcheggio auto con possibilità di sosta anche per i camper.

A Villa Bombrini, a Cornigliano, edizione autunnale per il Genova Beer Festival: oltre 70 produttori, microbirrifici in primo piano, ma non manceranno stand gastronomici e street food. Qui tutte le informazioni sull’evento.

Fino a martedì 24 ottobre, in piazza Matteotti spazio all’evento “Bonjour Provence et la France” l’occasione giusta per conoscere i prodotti e le offerte turistiche francesi, in particolare provenzali. La manifestazione è promossa dalla Camera di Commercio Italiana per la Francia di Marsiglia e dallo storico partner dell’evento, il Dipartimento delle Bouches-du-Rhône, in collaborazione con l’amministrazione comunale della città di Genova e la CCIAA locale. Da 16 anni questo evento è infatti una vetrina importante per tutti i prodotti artigianali di eccellenza e per le specialità francesi, con un focus su quelle provenzali.

Paesaggio, natura, tradizione e storia. In una parola la cultura dell’olio, quello della provincia di Genova, che mette in scena la Camminata tra gli olivi, la prima giornata nazionale promossa dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio per valorizzare territorio e produzioni. Domenica 29 ottobre in tutta Italia si parte alla scoperta della cultura millenaria degli oliveti e nel nostro territorio si può partecipare all’itinerario organizzato dal Comune di Ne. Il percorso proposto attraversa zone ricche di testimonianze storiche, dai primi insediamenti ai resti medievali fino alle vicende che coinvolgono la famiglia di Giuseppe Garibaldi. Durante il tragitto i visitatori potranno immergersi in uliveti in vari stadi di recupero della Val Gravegna, che costituiscono un esempio delle diverse conduzioni agricole tipiche di questo territorio. Per saperne di più oppure per curiosare e scegliere un itinerario, un’azienda da visitare o una degustazione basta un click. È on line il sito www.camminatatragliolivi.it.