Quantcast
Dissesto

Sestri Levante, iniziano i lavori per Santa Vittoria

santa vittoria

Sestri Levante. Inizieranno a metà novembre i lavori di sistemazione del dissesto nella frazione di Santa Vittoria, a Sestri Levante, subito dopo l’aggiudicazione della gara di appalto prevista per fine ottobre. I lavori dovrebbero essere conclusi per fine anno, fatte salve le condizioni meteo avverse.

Il progetto di Santa Vittoria prevede la realizzazione di una palificata con micropali disposti verticalmente e a cavalletto collegati in testa da una trave in cemento armato, per un totale di 85 micropali della lunghezza media di 8 m per un fronte complessivo pari a 37 m.

Questo tipo di intervento permetterà di stabilizzare il pendio e i carichi gravanti su di esso, rinforzando il terreno e fornendo una resistenza al taglio in corrispondenza della superficie di scivolamento.

Nell’ambito dell’intervento si provvederà anche alla ristrutturazione del portale, del cancello e del muro di ingresso del cimitero della frazione.
Il costo complessivo dell’opera ammonta a 150.000€ finanziati con fondi propri dell’Amministrazione Comunale.

“Continuiamo a lavorare concretamente sulla difesa del territorio – dichiara Valentina Ghio, Sindaca di Sestri Levante – operando sulla prevenzione del dissesto da una parte e sul ripristino e riduzione del rischio dall’altra. In questi quattro anni di mandato siamo intervenuti con opere di messa in sicurezza e risoluzione su tutti i principali eventi franosi del territorio (Villa Fontane, Libiola, San Bernardino, Cascine, Villa Rocche, gallerie verso Moneglia, solo per citarne alcune), spesso con sistemazioni, non solo guardando a una soluzione temporanea ma a una prevenzione più ampia, monitorando i movimenti franosi con strumenti specifici per allertare in caso di necessità. Gli interventi strutturali per la sistemazione di situazioni di dissesto e per la prevenzione dello stesso sono passati attraverso azioni sistematiche annuali di approfondita pulizia della rete delle acque (rii, torrenti, cunette, pozzetti, forazze). La tutela del territorio insieme agli interventi di consolidamento su tutti gli eventi franosi del territorio comunale hanno comportato
investimenti annuali da parte del Comune per un valore complessivo di 3 milioni di Euro. Questa è la strada da seguire, nella convinzione che le risorse per la difesa del nostro territorio debbano rimanere voce permanente di bilancio”.

Più informazioni