Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampierdarena, spacciatore “per gioco” e per davvero: 21enne arrestato dalla Polizia

Segnalato dai residenti alla Polizia per uno strano via vai nel palazzo, in via Armirotti: il ragazzo si allenava con il gioco da tavola Pusher's Street

Più informazioni su

Genova. Quando sono entrati a casa del giovane, in via Armirotti, a Sampierdarena, gli agenti dell’Upg della Polizia hanno trovato un gioco da tavola “Pusher’s Street”, simile al Monopoli, con pedine a forma di pipe e pistole, soldi finti, dadi e riproduzione di panetti di droga: chi ne vende di più, vince.

Il 21enne arrestato ieri dalla Polizia si allenava, per così dire, con il gioco a quella che era la sua attività anche nella vita reale: quella di pusher.

Il ragazzo, italiano, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, era stato segnalato alla Polizia da alcuni residenti della zona. Per questo era stato predisposto un servizio mirato di pattugliamento. I poliziotti, notando effettivamente un’inequivocabile via vai di persone sospetto, si sono recati presso l’appartamento in questione.

Bruco, il degrado del fratello minore

Mentre due agenti erano davanti alla porta, altri due si sono appostati sul retro dell’abitazione e hanno visto il 21enne lanciare dalla finestra un barattolo contenente la somma di 420 euro e occultare degli involucri di plastica all’interno di alcuni buchi presenti nel muro di cinta. La perquisizione domiciliare, autorizzata dal magistrato di turno, ha portato al rinvenimento di 147 grammi di cannabis in forma vegetale e 5 grammi in forma solida, la somma di 420 euro, un bilancino di precisione e 68 buste ermetiche in plastica per il confezionamento dello stupefacente.

All’interno dell’appartamento dell’arrestato erano presenti altri due suoi coetanei, con cui stava giocando a Pusher’s Street, che sono stati denunciati in stato di libertà per il concorso nel medesimo reato.