Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampierdarena e l’abbattimento della rampa, Bucci: “Assolutamente contrario”

Il sindaco ha promesso di battersi con tutte le sue forze contro l'abbattimento della rampa di accesso alla sopraelevata in via Cantore

Genova. “Sono assolutamente in disaccordo, abbattere una rampa è una stupidaggine”. La rampa da preservare, e per cui stamani, durante l’ormai consueto appuntamento “A colazione con il sindaco”, Marco Bucci ha promesso di “battersi con tutte le sue forze”, è quella di via Cantore che consente ancora oggi l’accesso alla sopraelevata da Sampierdarena e che, però, rientra anche nel secondo lotto dei lavori del nodo di San Benigno.

Da programma (notevolmente in ritardo) alla nuova rampa di via Milano inaugurata nel febbraio scorso dovrebbe seguire l’abbattimento del vecchio accesso in via Cantore, per consentire così il viadotto di collegamento tra l’uscita di Genova Ovest, nodo di San Benigno, porto e Lungomare Canepa.

Un’ipotesi che non è mai piaciuta agli abitanti di Sampierdarena e che più di un anno fa scesero in piazza per contrastare il progetto. Nonostante di fatto si tratti di un’opera ministeriale approvata e poi ereditata dalla ex giunta Doria, parte della delegazione continua a manifestare contrarietà, in particolare i commercianti, timorosi che la nuova viabilità possa rendere il tessuto economico di via Cantore più povero, meno presidiato e aperto a nuovo degrado, sostenuti anche da diverse forze politiche bipartisan.

E l’agitazione mai sopita è rimbalzata ancora oggi durante la colazione con il sindaco, nonostante l’appuntamento riguardasse il centro genovese. “Non ha senso – ha ribadito Bucci a una cittadina di Sampierdarena preoccupata – se c’è una cosa che serve, perché devi buttarla giù..è assurdo. Penso comunque che non succederà, mi batterò con tutte le mie forze”.