Quantcast
Giovani blucerchiati

Sampdoria, il punto sui tanti giovani in prestito ad altri club

Un folto gruppo di ragazzi, di proprietà Sampdoria, sta facendo esperienza, in varie realtà, con l’obiettivo reciproco (giocatori e società) di tornare alla casa madre

gabriele rolando

Genova. Un folto gruppo di ragazzi, di proprietà Sampdoria, sta facendo esperienza, in varie realtà, con l’obiettivo reciproco (giocatori e società) di tornare alla casa madre.

Fra i tanti, tuttavia, solo uno, Federico Bonazzoli gioca in Serie A, nella Spal di Ferrara, costretto a sudare sette camicie, per trovare spazio in campo, stante l’agguerrita concorrenza di ‘vecchie volpi’ dell’area di rigore, come Paloschi, Borriello, Floccari, Antenucci, ma non appena mister Semplici lo manda in campo, l’ex nerazzurro dimostra di meritarsi tale fiducia, come ha fatto negli ultimi due match, contro Sassuolo e Juventus, andando in entrambe le occasioni vicino al goal.

Titolare inamovibile, è invece Bambo Diaby, che nella squadra catalana del Peralada (Segunda Division B, Spagna) continua a dimostrarsi un affidabile e roccioso difensore… anche nella vittoria per 2-0 sul Peña Deportiva, nell’ultimo week end.

Nella cadetteria italiana (Serie B) sta raccogliendo lodi a profusione Lorenco Šimić, anche se nell’ultima sfida dell’Empoli, contro il Pescara, mister Vivarini lo ha fatto riposare (stante il doppio impegno infrasettimanale), dandogli spazio solo nei minuti finali. Ma intanto, il ragazzo croato, nei match precedenti, ha già messo a segno tre reti, bottino da centravanti, altro che da stopper, quale è.

Un piacere particolare, per chi scrive, il rientro dall’infortunio muscolare dell’arenzanese Gabriele Rolando, nel Palermo, vittorioso (3-1) col Carpi. Buona la sua prestazione, sia in fase di interdizione, che di spinta…

Di Rolando si sentirà parlare in futuro.

Nella Pro Vercelli, è tornato a vestire la maglia da titolare, Michele Rocca, contro l’Avellino dell’indimenticabile Walter Novellino, che ha avuto la meglio (1-0), ma l’ex interista (anche lui) ha sciorinato sudore e classe, finché è rimasto in campo.

Scendendo in Serie C, corre l’obbligo di parlare subito di Giacomo Vrioni, a segno con la Pistoiese, nel derby col Pontedera, pareggiato 2-2, dopo aver ottenuto il doppio vantaggio.

Altra squadra in cui giocano giovani blucerchiati, è l’Arezzo (del subentrato, a Bellucci, mister Pavanel), che è andato a vincere 3-0 al Brianteo di Monza. Mentre Antonio Di Nardo ha dovuto lasciare il posto ad Aniello Cutolo, dopo 70 minuti, lo slovacco Atila Varga ha disputo un’ottima intera partita, come centrale della difesa a tre, sfiorando anche la rete (di testa), in un’incursione nell’area monzese.

Bene anche il francese Maxime Leverbe, nella vittoria dell’Olbia sul Cuneo, che raramente ha impensierito la difesa sarda, stante il netto divario, evidenziato dal risultato (4-1) a favore dei galluresi.

Nel turno casalingo, il Livorno affronta il Giana Erminio e lo batte 2-1, in rimonta, con Cristian Hadziosmanovic, che subentra a metà ripresa (esordio stagionale), mentre Ponce e Baumgartner restano in panchina.

Nel 3-3 del Trapani col Catanzaro (che rimonta il triplo svantaggio), Antonio Palumbo disputa una buona gara, per tutti i 90 minuti (a differenza dei suoi compagni, che calano alla distanza), tanto da sfiorare, nel finale di gara la rete di un ipotetico 4- 3