Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rivarolese rimontata a Pietra Ligure. Il Genova Calcio c’è risultati

Giallorossoneri che passano in vantaggio, ma subiscono il ritorno dei ponentini che alla fine prevalgono. Cade anche la Sammargheritese. Romei regala tre punti ai biancorossi

Il Pietra Ligure sfrutta al meglio possibile il quarto turno di campionato durante il quale molte delle battistrada hanno rallentato, per piegare la resistenza della temibile Rivarolese e prendersi la testa della classifica in solitaria.  Davanti al pubblico amico del “De Vincenzi” i ponentini danno vita ad una gara molto gagliarda e di grande determinazione.

Sono infatti i genovesi a passare in vantaggio al 28° con un bel gol di Chiarabini servito da Memoli, dopo che i padroni di casa avevano sfiorato il gol due volte con Zunino (tiro dalla media distanza fuori) e con Baracco su punizione (traversa piena).  La gara a dispetto del vantaggio ospite, la fanno i biancoazzurri che nel finale di tempo colpiscono ancora un legno con Zunino.

Il pareggio è rimandato alla ripresa quando lo stesso Zunino è perfetto nell’inserimento sullo svarione di Garrasi che rinvia male. Palla nel sacco ed al 55° è 1-1. Il parziale resiste poco perché il Pietra trova anche il vantaggio sei minuti dopo concretizzando il grande volume di gioco realizzato sino a quel momento: Facello calcia senza fortuna, ma la sfera è buona per Rovere che ribadisce in rete il meritato 2-1. Ospiti chiamati ad una reazione che arriva con una punizioe di Sighieri che sibila a lato, poi al 65° Garrasi si fa perdonare andando ad infilare Tufano dove non può arrivare. La Rivarolese si fa preferire nella fase centrale del secondo tempo e Sighieri è sempre pericoloso con le sue conclusioni, ma poco preciso. Così all’81° il gol decisivo giunge da calcio da fermo. Bottino è infatti tempestivo nell’insaccare la palla che arriva in area su calcio d’angolo. Pietra Ligure che si impone quindi e rimane la sola ancora imbattuta nel campionato.

Vince ancora il Vado che sembra avere trovato finalmente una quadra per un campionato che vedeva i rossoblù molto in difficoltà. Contro la Fezzanese va in scena una gara fra “nobili decadute” visti i recenti trascorsi in Serie D per entrambe le compagini. Partita frizzante e ricca di reti con due squadre che hanno iniziato il campionato sottotono.

Spezzini che iniziano meglio e passano al 27° quando Corvi raccoglie un cross di Lorenzini dalla fascia ed in “estirada” deposita alle spalle di Iliante. Il pareggio dei vadesi arriva al momento giusto, ovvero poco prima dell’intervallo quando Del Nero lancia su punizione dalla lunga distanza, la sfera viene deviata da un difensore, ma diventa buona per il destro di Metalla che non ci pensa due volte e la piazza sul palo lontano.

Nella ripresa l’inizio è equilibrato ed accade tutto negli ultimi venti minuti. I rossoblù preferiscono contenere e ripartire. Saggia decisione per l’11 di Tarabotto che al 72° colpisce in contropiede con Mengali che si ritrova la sfera da posizione ottima per battere Greci, portiere biancoverde. La Fezzanese, però non molla e Maggiore con un tiro chirurgico impatta il risultato a poco più di dieci minuti dal termine. Il Vado oggi ne ha di più e dopo neanche due minuti Metalla trova la via giusta per realizzare la doppietta che regala i tre punti al Vado.

Cade la Sammargheritese che viene battuta da un Ventimiglia in formato battaglia. Vantaggio di Salzone dopo soli quattro minuti e poi una gara a difendere un risultato che consente ai ponentini di realizzare i primi 3 punti del proprio campionato. Vince l’Albenga che risolve una gara difficile contro il Rapallo nella seconda parte della gara. a segno vanno Calcagno al 75° e Simonetti nel finale quando i bianconeri si scoprono lasciando ampi spazi di manovra agli ingauni che incassano così la prima vittoria della stagione.

Vittoria importante per il Genova Calcio che con una doppietta di Romei manda a casa senza neanche un punto il Valdivara 5 Terre agganciandolo in classifica a quota 7 punti in quello che si può considerare il “gruppo” degli inseguitori. Come detto protagonista di giornata è Romei, ancora decisivo per i biancorossi che firma il vantaggio dal dischetto alla mezzora del primo tempo e si deve ripetere al 67° dopo che, cinque minuti prima, Mozzachiodi aveva trovato la via del pari.

Il Moconesi trova il primo punto della stagione contro il Busalla. Passato in vantaggio con Dieci al 66°, i biancoblù non resistono all’assalto dei padroni di casa che trovano il pareggio con Giambarresi al 78° e sfiorano anche il colpaccio nel finale. Buon punto per cominciare comunque per la squadra di Oggiano, mentre il Busalla ha la possibilità di agganciare la testa della classifica grazie al recupero della gara col Ventimiglia.

Prosegue infine la fase di risultati altalenanti del Molassana che ad Imperia inizia bene passando in vantaggio al 25° con Donati, ma nella ripresa crolla sotto i colpi di Sanci al 56° , Giglio all’82°e Daddi su rigore all’84°. Partita giocata a metà dalla squadra di Schiazza, mentre per l’Imperia sono tre punti che valgono il secondo posto in classifica all’inseguimento del Pietra Ligure.

Serra Riccò e Sestrese hanno dato vita al secondo 0 a 0 del campionato; il primo vide protagonisti gli stessi verdestellati e la Genova Calcio. La partita, però, a dispetto del risultato, è stata vivace ed entrambe le formazioni hanno provato ad aggiudicarsela. Fuselli e Rovetta sono stati bravi a difendere le rispettive porte; ne è uscito il primo pari per i gialloblù e il quarto in altrettante gare per l’undici di mister Lepore.