Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Movida: no, non sarà vietato bere per strada persino con i bicchieri di plastica

A smentire alcune indiscrezioni di stampa su una nuova ordinanza comunale sono state le associazioni di categoria legate ad Ascom e Confesercenti

Più informazioni su

Genova. “Stiamo condividendo un percorso con l’Amministrazione comunale per la revisione dell’Ordinanza volta a individuare interventi mirati e realmente utili a un più efficace controllo della movida e a creare migliori condizioni di lavoro per gli operatori. L’ipotesi di vietare del tutto la consumazione di bevande alcoliche al di fuori dei locali dalle 22 alle 4 del mattino, trapelata a mezzo stampa, non corrisponde a quanto concordato nella stesura dell’ordinanza”.

Lo scrivono, in una nota congiunta, le associazioni di categoria dei pubblici esercizi, bar e ristoranti, Fepag-Ascom e Fiepet-Confesercenti. “Su questo abbiamo avuto rassicurazioni nel tavoli di lavoro svolto oggi come previsto”, continuano, sgomberando il campo dal dubbio che la nuova restrittiva misura possa essere comunque introdotta.

Nelle ultime ore sembrava che potesse essere applicato, dalla giunta Bucci, il divieto assoluto di bere alcolici fuori dai bar, non solo in bottiglie e bicchieri di vetro o in lattina, ma anche nei bicchieri di plastica dalle 10 di sera alle 4 del mattino. Le indiscrezioni di stampa parlavano anche di multe da duecento euro per chi fosse sorpreso a sgarrare.

Di certo c’è che l’ordinanza per regolare la movida nel centro storico sarà ritoccata ma, al momento, non ci sono reali segnali di un proibizionismo così spinto.