Il presidio

Migranti a Multedo, la Fiom: “Qui per rompere il silenzio”

In attesa della fiaccolata dei "No Migranti", la Fiom torna in strada: "Si devono vergognare"

multedo fiom

Genova. In attesa della fiaccolata che partirà alle 19.30 a Multedo, in via dei Reggio è arrivata la Fiom.

Un centinaio di portuali e lavoratori si sono radunati davanti ai giardini Lennon per ribadire che Genova è una città solidale: “La Fiom è qui per rompere il silenzio – spiega Armando Palombo dell’rsu dell’Ilva – perché rifiutare l’accoglienza a 25 persone è vergognoso. Queste persone devono essere accolte perché sono famiglie, bambini e lavoratori come noi, per capirlo basta pensare al cantiere di Sestri, dove con loro abbiamo occupato una fabbrica e condotto una lotta comune per difendere i posti di lavoro”.

Secondo i portuali, inoltre, le persone che si rifiutano di accogliere: “si devono vergognare”

leggi anche
migranti multedo
Martedì
Multedo, fiaccolata per dire no ai migranti: “Illuminiamo le istituzioni”
multedo
Di nuovo
Multedo, ancora in strada contro l’arrivo dei migranti
multedo bagnasco
Nessuna alternativa
Migranti a Multedo fra dieci giorni, il cardinal Bagnasco agli abitanti: “Non abbiate paura”
Fiom in piazza contro Garassino
Il confronto
Migranti a Multedo, stasera l’assemblea con Bucci. Il presidente del municipio Chiarotti: “Scellerato che centro destra cavalchi protesta”
multedo
L'attacco
Migranti a Multedo, Uil e Uilm: “Ci dissociamo dalla Fiom, noi dalla parte dei cittadini”