Quantcast
Seconda categoria girone d

Il Mariscotti prova a scappare. Volano Masone e Rossiglioneserisultati

La capolista allunga sull'Atletico Quarto fermato da un pareggio. Lotta per il vertice agguerrita con sette squadre in due punti

Varie Sport

Prove di fuga per il Mariscotti che in Seconda categoria girone D, mantiene la testa della classifica e approfitta del pari dell’Atletico Quarto per andare sul +4, mettendo un piccolo gap fra sé e il resto della compagnia. I biancorossoblù si sono trovati di fronte un agguerrito Mura Angeli, squadra in cerca di punti utili a risalire la china visto che la classifica si sta delineando in modo piuttosto chiaro con un gruppo di ben sette squadre in due punti dietro alla capolista e il resto a lottare per evitare le zone pericolose.

In ogni caso i biancorossi iniziano meglio e al 20° passano in vantaggio con Cacciabue. Dieci minuti dopo Avogadro rimette in pari le cose, ma Cepollina al 35° riporta avanti gli ospiti che chiudono sull’1-2 il primo tempo.

Nella ripresa Tall pareggia al 55° ed Ercolani ribalta tutto con una doppietta al 62° ed al 77°. Sul 4-2 arriva la reazione del Mura che accorcia all’80° con Pagano, ma non riesce a rientrare in gara e perde una gara davvero palpitante.

Il Campi costringe l’Atletico Quarto sul pareggio, facendo perdere terreno ai gialloblù sul battistrada, e incassando un punti utile.  Le reti arrivano nel secondo tempo. Al 65° Pigliacelli salta tre avversari e serve Di Pietro che piazza il pallone dove Torre non può arrivare. All’81° invece arriva il pareggio degli ospiti che devono ringraziare lo sfortunato tocco di mano di Bona in area. Rigore che Mosetti calcia e segna decretando il definitivo 1-1.

Sale al terzo posto l’Olimpia che batte e scavalca la Bolzanetese in una partita che sostanzialmente si decide in 5’. Infatti dopo quasi un’ora di equilibrio, Tiedo porta in vantaggio i suoi con un gran tiro dai 20 metri. Neanche il tempo di esultare e i padroni di casa raddoppiano con Zero che interviene di testa mettendo la palla sotto l’incrocio.

Si ritorna a metà campo, è il 60° e la Bolzanetese la riapre immediatamente: calcio d’angolo sul quale interviene Arvigo che fa 2-1. Al 62° poi non è fortunato Locicero che potrebbe chiudere nuovamente i conti, ma il palo gli nega il gol. Non cambia più comunque il risultato che consente ad Annibaldi e compagni di respirare l’aria d’alta quota. Primo ko della stagione per la Bolzanetese.

Un gol di Carello al 46° permette alla Don Bosco di ottenere il quarto risultato utile consecutivo e di salire a 8 punti in campionato. Contro il Pontecarrega arriva la seconda vittoria della stagione, che permette ai salesiani di restare fuori dalle zone di bassa classifica allungando sulle ultime. Pontecarrega che invece patisce una scarsa vena realizzativa.

Il Masone doveva vincere per credere ancora nella rincorsa dei primi posti che, sebbene siamo ancora ad inizio campionato, pare proprio costringeranno le squadre ad uno sforzo in più vista la concorrenza. I biancoazzurri rispondono presente travolgendo il Carignano, sin qui grande rivelazione del campionato, con un netto 5-1 che non lascia spazio a dubbi sull’andamento della gara.

Effettivamente per i gialloblù si tratta di una domenica da archiviare in fretta con la partita virtualmente chiusa in 38 minuti. Rotunno apre e chiude le danze della prima frazione con i gol al 16° ed al 38°. Nel mezzo c’è la rete del momentaneo 2-0 di Bambara, arrivato al 24°. Nella ripresa il Carignano non tenta quasi di rimontare, e al 50° subisce anche il gol di Luca Pastorino. Sei minuti dopo il quinto gol è di Cannatà che fa impazzire il pubblico di casa. Al 60° Valenza sigla il gol della bandiera per gli ospiti che nel resto della gara proveranno in qualche modo a rendere meno amara una giornata da dimenticare.

Cinque le reti anche della Rossiglionese che a Casella non fa sconti all’ultima della classe e come i cugini di Masone, cala la “manita” alla Casellese. Carnovale apre le danze al 10°, poi salgono in cattedra Minetti e Mirko Pastorino che spianano la strada alla vittoria dei bianconeri con una doppietta a testa. Anche la Rossiglionese quindi si inserisce nel gruppone di squadre all’inseguimento del Mariscotti, mentre per la Casellese, se non dovesse cambiare nulla, si profila una stagione simil-Benevento. Da segnalare l’infortunio a Sciutto, capitano dei bianconeri che dovrà stare fuori per un po’ di tempo.

Infine l’Anpi Casassa batte in casa di misura, il Mele riuscendo ad agganciare proprio i gialloblù a quota 10 punti. La rete è di Incandela al 45° su calcio di rigore, poi l’Anpi resta prima in 10 al 63° per l’espulsione di Saracco, poi addirittura in nove per il rosso a Fossa. Ciò nonostante gli ospiti non riescono ad abbattere il fortino dei padroni di casa che riescono a ottenere tre punti molto importanti.