Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Marcia su Roma, a Genova il 28 ottobre il corteo dell’Anpi: “Contro neofascismo e xenofobia serve impegno duraturo”

Partenza alle 15.30 dai giardini Caviglia a Brignole. In piazza partiti, sindacati e associazioni

Genova. Sarà un corteo grande e ‘istituzionale’ (formato soprattutto da partiti e sindacati) che ricalca il percorso di quello del 25 aprile quello organizzato dall’Anpi genovese in occasione della presunta nuova ‘marcia su Roma’ indetta da Forza Nuova. L’appuntamento è per il pomeriggio del 28 ottobre con partenza alle 15e30 da Brignole per arrivare in largo Pertini, attraverso il Ponte Monumentale. Si concluderà con la presenza di Carlo Ghezzi (Comitato Nazionale Anpi).

L’Anpi finora non ha partecipato – e non senza una qualche polemica – alle iniziative organizzate dall’assemblea permanente antifascista con l’apertura delle sedi di CasaPound e Lealtà Azione, richiamando proprio alla manifestazione del 28 ottobre. “Non bastano la sorpresa e l’indignazione – scrive l’Anpi nella nota di convocazione al corteo – La crescita di movimenti di tipo fascista o nazista che si sta realizzando nel nostro Paese ed all’avanzata – anche in Europa – di tendenze e spinte, riconducibili a complessi egoismi e nazionalismi, di xenofobia, di razzismo, di autoritarismo, tendenze che sono espressione più ampia, e in parte “nuova”, di “fascismo”, impongono un impegno concreto e duraturo a chi si riconosce nei valori dell’antifascismo e della convivenza civile come prevede la nostra Costituzione”.

Rispetto all’apertura delle sedi di ultradestra a Genova l’Anpi ricorda di aver “già duramente condannato questa iniziativa, richiamando anche il sindaco allo spirito e ai valori , frutto anche della storia della nostra città, come base fondante delle regole costituzionali”.

“Va costruito un fronte comune, il più unitario possibile, insieme ai partiti, i sindacati, i movimenti e le associazioni, che si riconoscono nei valori costituzionali e nell’antifascismo, contro questi fenomeni e contro la loro intrinseca pericolosità” dice l’Anpi. “Diventa pertanto imprescindibile un grande impegno culturale e formativo, non solo nei confronti dei giovani, ma anche delle cittadine e dei cittadini tutti. Il 28 ottobre, anche a Genova, ci sarà una grande manifestazione – aperta a tutte e tutti coloro che si riconoscono nelle stesse idee – per contrastare ogni suggestione neofascista e denunciarne la pericolosità”.

Alla manifestazione hanno già aderito Cgil, Cisl, Uil, Arci, Comunità di San Benedetto al Porto, ANED, Ass. 16 Giugno, Ass. Progetti Comuni, Partito Democratico Genova, Articolo 1-MDP, Lista Crivello, Liguria Possibile, PRC Genova, Rete di Donne per la Politica, Coordinamento Liguria Rainbow, Sinistra Italiana Liguria, Libera Genova, Libera Liguria, L’Europa Che Vogliamo, Ass. Costituzione e Democrazia, PCI Federazione di Genova, Ass. Senza Paura, Ass. Usciamo dal Silenzio, Ass. Rainbow Pangender Pansessuale Gaynet Liguria, circolo “Forest – De Vena” Ass. di Amicizia Italia-Cuba, Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione.