Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lavagnese autorevole a Savona. Ligorna da sogno risultati

Vittoria di misura per entrambe le squadre che viaggiano su ritmi sostenuti in un campionato che le vede come protagoniste. Pari fortunoso del Sestri Levante che stenta ancora a vincere

Risultati importanti per le genovesi in Serie D in occasione della sesta giornata di un campionato iniziato con molto equilibrio. La Lavagnese di mister Venuti continua a viaggiare su ritmi alti e certifica il momento difficile del Savona andando a vincere al Bacigalupo per 0-1.  Partita infarcita di ex bianconeri, a partire da mister Tabbiani, ma gli striscioni annoverano anche giocatori che sono stati importanti per la squadra levantina come Ferrando e Tognoni, oltre a Bellussi portiere del girone di ritorno.

Chi invece è una certezza è Fonjock, giocatore che dal quale Gabriele Venuti difficilmente si separa e viene quasi sempe ripagato con prestazioni di alto livello. Come oggi quando al minuto 34° il camerunense lascia partire una conclusione che si infila imparabilmente nell’angolino alla destra di Bellussi. Sulla gara pesa certamente l’improvvida entrata di Ferrando su Basso che costa all’ex difensore bianconero il riposo anticipato, ma di sicuro questa Lavagnese ha dimostrato di non temere il più blasonato avversario, rispondendo all’assalto del secondo tempo con ripartenza rapide, che seppure non hanno trovato fortuna, hanno costretto i biancoblù a faticare maggiormente, perdendo tempo e lucidità nelle fasi d’attacco. Finisce 0-1 meritatamente per una Lavagnese che come abbiamo già detto è meno bella, ma terribilmente concreta.

Concretezza è la parola d’ordine anche a Genova dove il Ligorna sta attraversando il suo magic moment da quando è approdata in categoria. Mister Monteforte ha il merito di comprendere al meglio i colleghi che affronta, modellando la propria squadra come un abito su misura; i biancoblù da parte loro hanno invece il grande merito di seguire alla lettera l’idea di calcio del loro allenatore, adattandosi alle sue visioni di gioco. A Scandicci quindi arriva una vittoria quasi storica, di misura, in trasferta contro una squadra che a dispetto della classifica pratica un buon football.

Primo tempo equilibrato con botte e risposte su entrambi i fronti. Oneto sembra finalmente in palla e ci prova ripetutamente, Cantatore pare entrato negli schemi della squadra e Serinelli abbina alla qualità anche una buona dose di determinazione. Il gol decisivo arriva al 52° proprio da un recupero del centrocampista di scuola Sampdoria, che poi si invola palla al piede, vede accorrere Oneto che riceve e supera Lensi in uscita. Ligorna che poi rischia sul tiro di Alderotti, ma la buona sorte aiuta i biancoblù e la palla colpisce il palo. Poco dopo la fortuna non serve visto che Fenderico è superbo su Crocetti, ultimo ad arrendersi dei toscani. Vittoria meritata e classifica che si fa interessante per Zunino e compagni.

Dopo l’exploit di Coppa Italia, il Sestri Levante non riesce a bissare il successo anche in campionato, ma comunque arriva un ottimo pareggio contro il Viareggio, una delle favorite alla vittoria finale. In campo c’è anche un Lucarelli: è proprio il giovane figlio di Cristiano, grande bomber livornese. Sul campo fanno praticamente tutto i corsari sono bravi a passare in vantaggio al 42° con Ianniello. Poi nel secondo tempo i versiliesi rimontano fortunosamente grazie a alla deviazione di Benga Samba al 54° sul tiro di Galligani e alla rete di Mattei al 67°. I rossoblù, però non ci stanno e trovano il definitivo 2-2 con l’ex recchelino Angelotti direttamente su calcio di punizione.