Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ecco la “Gassetta e il Pomello”, la storia di Govi rivive al Museo dell’Attore fotogallery

Oggi "Open day" con visite guidate allo Studio Govi e al Museo biblioteca dell'Attore in via del Seminario 10

Più informazioni su

Genova. C’è anche il gipponetto originale della gag “Gassetta e Pomello”, una delle sue più conosciute trovate artistiche, nello studio di Gilberto Govi che ha trovato finalmente spazio all’interno del Museo biblioteca dell’Attore di Genova.

Gilberto Govi

Un viaggio in quello che era il regno del grande attore in piazza della Vittoria e che era stato donato alla città dalla moglie Rina, compagna della vita e sulla scena.

Al terzo piano del museo quindi si trova uno spazio di scena con il tavolino da trucco i bauli con all’interno i costumi utilizzati a teatro, mentre in un secondo spazio è stato ricostruito lo studio originale con pezzi molto particolari come le bocce fosforescenti.

“E’ stato un regalo degli amici – spiega del museo biblioteca dell’attore – che dicevano che la sua passione per questo gioco era così grande che avrebbe potuto bocciare anche di notte”. Sulla scrivania rimangono alcuni dei copioni originali e alle spalle un quadro particolarmente simbolico che mostra Govi all’età di 40 anni senza trucco e dopo aver indossato una delle sue maschere caratteristiche .

La mostra, a questo punto, diventa finalmente permanente e sarà visitabile al terzo piano del museo dell’attore in via del Seminario 10, a Genova, dove ha finalmente trovato uno spazio adeguato.

La mostra su Gilberto Govi tenuta alla Loggia di Banchi nella primavera-estate 2016 aveva infatti attirato oltre 32.000 visitatori, con innumerevoli richieste per farla diventare un’esposizione permanente: il grande entusiasmo, dimostrato dai genovesi e da molti turisti, ha dato conferma che lo Studio andava restituito alla cittadinanza e a tutti coloro che amano il teatro, la cultura, la storia di Genova.

Oggi “Open day” con visite guidate allo Studio e al Museo. Dalle ore 15 e fino alle 17, Giunio Lavizzari Cuneo e alcuni attori delle compagnie teatrali Genova Spettacoli e Gilberto Govi, reciteranno brani da Colpi di timone, regia di Riccardo Canepa. Alle 17 la presentazione del volume “Gilberto Govi cinquant’anni dopo”, a cura di Eugenio Buonaccorsi, edizioni De Ferrari, che rispecchia fotograficamente l’allestimento della mostra