Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, l’autunno non arriva: ottobre senza più pioggia, la siccità avanza

Limet: "Il Brugneto non se la passa tanto bene, ma la situazione più grave è nel Val Noci"

Più informazioni su

Genova. Lo dicono le statistiche e, purtroppo, la memoria delle alluvioni del passato più o meno recente: ottobre è il mese della pioggia, non solo per la Liguria. Ebbene, non nell’anno 2017.

In linea con l’allarme siccità lanciato già nei mesi scorsi, continuiamo infatti a non vedere cadere acqua. Un autunno, per usare un eufemismo, anomalo, senza pioggia, perturbazioni, né freddo. Ma come si è arrivati a una trama meteorologica così? Limet lo spiega bene sulla sua pagina Facebook: sull’Europa centro-settentrionale, piove e tira vento. Insomma, l’autunno che dovrebbe scorrere sull’Italia si presenta tale solo oltre il 50° parallelo. Più a sud, ovvero sull’Europa centro-meridionale, sull’Italia e il bacino del Mediterraneo domina una vasta zona di alta pressione che oltre a scoraggiare la creazione di sistemi nuvolosi tramite moti aerei discendenti, devia verso nord tutte le perturbazioni, quelle che dovrebbero portare la pioggia da noi. Nei prossimi giorni l’alta pressione tenderà ulteriormente ad intensificarsi e fino (almeno) a martedì 17 ottobre non vi saranno sbocchi a questa situazione”, annunciano i previsori del centro meteo ligure.

Le immagini parlano chiaro. Con un post ad hoc ieri Limet mostra “lo stato dei due principali invasi artificiali che riforniscono Genova”.

Il Brugneto, che serve molti quartieri del settore centro-occidentale cittadino “non se la passa molto bene; tra il colmo del lago e il livello occupato attualmente dall’acqua abbiamo un salto di circa 10-12 metri”.

“E’ un ammanco abbastanza grave, ma non al punto da richiedere provvedimenti restrittivi nell’uso dell’acqua potabile (che per il momento non dovrebbero scattare)”, spiegano da Limet. 


“Ovviamente se continuasse a non piovere, questa situazione non durerà in eterno: se anche novembre non dovesse portare buoni apporti pluviometrici in zona, le restrizioni potrebbero arrivare a Genova già prima di Natale”. 


Molto più grave la situazione del Val Noci (già in sofferenza prima dell’estate) che serve diversi quartieri orientali di Genova (Marassi compresa). “L’ammanco idrico qui è piuttosto grave e l’invaso si presenta molto in “sofferenza”. 

Insomma – conclude il centro meteo Limet – le belle giornate e il caldo fanno indubbiamente piacere, ma adesso servirebbe la pioggia…”.

Anche per scacciare definitivamente le zanzare, aggiungiamo prosaicamente noi che, in quest’autunno anomalo, sembrano andarci a nozze.