Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Genoa torna alla vittoria: incursione di Taarabt a Cagliari risultati

I Grifoni vincono a Cagliari: 3-2 sofferto per il Genoa, che supera gli isolai e risale in classifica. Taarabt grande protagonista

Genova. Dopo tre sconfitte consecutive il Genoa riesce a tornare a punti, risalendo in una classifica comunque ancora complicata: la sfida per la salvezza è solo all’inizio. I rossoblù sono riusciti a vincere 2-3 a Cagliari, mantenendo la freddezza contro una squadra di casa tesa al pareggio. Grande protagonista Taarabt, che ha inventato e realizzato reti durante tutta la gara.

Genoa in campo con Perin, Izzo, Rossettini, Zukanovic, Rosi, Rigoni, Veloso, Bertolacci, Laxalt, Taarabt, Galabinov; in panchina, a disposizione di Ivan Juric, Lamanna, Gentiletti, Lapadula, Biraschi, Palladino, Migliore, Pandev, Brlek, Lazovic, Ricci, Omeonga, Pellegri. A dirigere la partita Davide Massa, con Sergio Ranghetti e Marco Bresmes.

Il Genoa comincia senza timori di sorta contro il Cagliari, mandando avanti i suoi: è così che, dopo soli otto minuti di gioco densi di interventi fallosi, Taarabt inventa una palla filtrante per Galabinov, che si presenta così davanti a Cragno e lo batte, per il gol dello 0-1.

La reazione passa ora al Cagliari, che si rende pericoloso immediatamente con Pisacane, ma non riesce a bloccare il Genoa, vicino al raddoppio con Galabigov al 16′, su un’azione molto simile a quella della prima rete. A rendersi davvero pericoloso, quindi, è il Genoa, che ben manovra a centrocampo e si rende pericoloso in numerose occasioni. Al 29′ solo Cragno nega la doppietta a Galabinov, illuminato nuovamente da Taarabt, così come al 32′ ferma Rossettini.

Tocca a Taarabt, però, realizzare la seconda rete rossoblù: il rasoterra preciso giunge al termine di una triangolazione con Rigoni, al 35′, segnando il 2-0 che potrebbe chiudere il match. Il maggior controllo di palla del Cagliari non si realizza nemmeno negli ultimi minuti della prima frazione, che si chiude con il Genoa avanti per due reti.

Il secondo tempo, però, comincia subito mettendo in crisi queste certezze: Faragò mette in mezzo dalla sinistra un pallone preciso, sul quale Pavoletti si avventa puntuale di testa, mettendo a segno la prima rete per il Cagliari. Il gol del 1-2 riaccende il Cagliari, che non solo mantiene maggiormente il controllo del pallone, ma riesce anche a essere più veloce e incisivo: al 56′ Perin sventa un tiro da fuori di Joao Pedro.

Il Genoa, però, non solo non cede, ma torna a farsi avanti: al 60′ e al 62′ Cragno salva per due volte la sua porta, prima di dover uscire per un infortunio al 64′. Due minuti dopo un insidioso tiro di Taarabt, Rosi coglie in area un cross di Veloso: il pallone carambola di Rigoni e finisce in rete per il provvisorio 1-3.

Passano solo quattro minuti e la serenità raggiunta dal Genoa è nuovamente messa in crisi: Veloso interviene in area, il Cagliari chiede il rigore e Massa ricorre alla Var. Consultati i colleghi a bordo campo, l’arbitro concede il rigore, che Joao Pedro trasforma per il 2-3 che riapre il match.

Gli ultimi minuti vedono il Cagliari alla ricerca di un insperato pareggio: Pavoletti si fa pericoloso, ma il Genoa replica con Omeonga, che sbaglia da pochi passi. Ancora Perin para su Farias durante il recupero, poi la partita si chiude.