Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Festival della Scienza, Evoluzione, Sapiens e risate arrivano a Palazzo Ducale

Con una disquisizione divertente, divertita e informata Giobbe Covatta e Mario Tozzi conducono alla scoperta dell’evoluzione dell'uomo e del suo difficile rapporto con l'ambiente

Genova.Inizia alla grande il Festival della Scienza che torna a riempire la città di eventi e conoscenza. La prima serata si chiude con la conferenza “semiseria” “L’evoluzione dei sapiens e l’habitat”, una conversazione tra l’attore Giobbe Covatta e Mario Tozzi, ricercatore.

Homo è un animale unico, diverso da tutti gli altri. Più ha e più desidera, tifa per il calcio e accumula beni di cui non ha realmente bisogno. Al sistema naturale basato sul Sole e sulle mutue assistenze sovraimpone quello economico, fondato sui combustibili fossili e sul denaro.

Diventa così superpredatore, dimenticando che l’economia è un sottosistema della biosfera e che se non c’è una biosfera sana non esiste neppure un’economia sana. Il capitale accumulato si basa sul lavoro di altri uomini e sul capitale naturale, ma quest’ultimo, una volta terminato, porterà all’assenza di qualsiasi tipo di bene. Nessuno si oppone, perché quel momento sembra sempre lontano e le risorse a disposizione infinite.

E invece si assottigliano in maniera esponenziale, con un ritmo di esaurimento con il quale noi uomini non vogliamo assolutamente prendere confidenza, perché non è basato sull’esperienza quotidiana.

Siamo superpredatori che distruggono l’ecosistema mandandolo gambe all’aria: per la prima volta una sola specie minaccia l’esistenza di tutte le altre, tanto da essere arrivati a paventare una sesta estinzione di massa e rischiare di perdere la ricchezza della vita sul Pianeta. Non è certo un problema tecnologico: è una questione culturale. Per modificare la situazione attuale occorrono tempo e volontà, due cose che sembrano scarsamente presenti nei nostri pensieri. Ma quanto a lungo potremo ancora ignorare questi problemi? E soprattutto, quanto pesa l’insostenibilità, nel frattempo?

Con una disquisizione divertente, divertita e informata il comico Giobbe Covatta e il ricercatore Mario Tozzi conducono alla scoperta dell’evoluzione dell’uomo e del suo difficile rapporto con l’ambiente.