Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bolzaneto, la pensilina “della vergogna” abbattuta dalle ruspe: presto la nuova fermata Amt

Il cantiere durerà pochi giorni, ed è il primo di una lunga serie di interventi del Municipio Valpolcevera su arredi e verde urbano

Genova. Aspettare l’autobus in quella scatola aperta di cemento e intonaco coperto di scritte rendeva l’attesa ancora più disagevole: la casupola in prossimità della fermata Amt, in via Reta, all’imbocco di via Barchetta, a Bolzaneto, era da anni – da sempre si potrebbe dire – un esempio di degrado urbano.

Da questa mattina, però, le ruspe sono finalmente al lavoro dopo che, due mesi fa, il municipio Val Polcevera, presieduto da Federico Romeo, ha annunciato una serie di interventi di manutenzione nei vari quartieri della delegazione. Quello relativo alla pensilina era già in iter con Aster.

I lavori, promettono dalla giunta municipale, dureranno pochi giorni. Per tutta la durata del cantiere, e non oltre, la fermata del bus sarà spostata qualche metro più a valle, per evitare intralci.

progetto pensilina bolzaneto

Il progetto della nuova pensilina prevede, oltre alla demolizione della vecchia struttura, la riconversione con una nuova pensilina doppia in vetro IGP Decaux; sul marciapiede sarà effettuata una pavimentazione in porfido, sarà installato un pannello in Codice loges per ipovedenti/non vedenti, illuminazione a led e nuovo palo di informazioni traffico amt oltre a una fioriera e complementi di arredo.

Non sarà, come già detto, l’unico intervento urbano. “Tra quelli che possiamo anticipare – dice Teresa Scarlassa, assessore del municipio Valpolcevera – la riqualificazione di piazza Petrella, a Certosa, con nuove aiuole, e anche di un’altra area verde in via Rossini, così come il restyling del verde pubblico in piazza Livraghi, a Bolzaneto, e la demolizione della fontana in piazza Rissotto. Al suo posto una pavimentazione artistica che ricordi che cosa era quella piazza un tempo. E poi tanti altri piccoli dettagli da sistemare per avere strade e piazze più ordinate e belle”.