Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bergese, la protesta degli studenti continua: “Spazi ristretti e poca sicurezza”

I ragazzi sono scesi in strada per protestare contro le condizioni dell'edificio scolastico

Genova. Per il secondo giorno consecutivo gli alunni del Bergese sono in “agitazione” in protesta contro le condizioni delle aule in cui dovrebbero seguire le lezioni.

“Lo spazio è troppo stretto, non ci stiamo” dicono i ragazzi, facendo notare che molte classi sono state spostate anche in seguito alla chiusura di alcune aule per motivi di sicurezza.

Alcuni parti della pavimentazione, infatti, non sembra essere più funzionale: in diversi video pubblicati in queste ore on line, tra cui alcuni di Noemi Lopez (di VisionLatina), si vedono parti di pavimento cedevoli o sconnesse e “a inciampo”, dove, pare, nei giorni scorsi una bidella sia caduta.

E poi, porte bloccate, finestre che non si possono aprire perchè non a norma, aria condizionata bloccata perchè l’impianto è da calibrare: insomma, impossibile seguire le lezioni serenamente.

Al momento gli studenti sono fuori dall’istituto, in via Giotto, in attesa di risposte concrete. E sono determinati ad ottenerle.