Quantcast
Mobilità

Ascensore di Villa Scassi e le mancate risposte delle ditte. Balleari “Presa in giro inaccettabile”

Nel frattempo il servizio sostitutivo è stato esteso anche alla domenica. La Lega Nord chiede sanzioni

Genova. Il 24 di luglio scorso l’impianto più moderno di Genova si è fermato. Parliamo dell’avveniristico ascensore di Villa Scassi, inaugurato in pompa magna dalla precedente amministrazione, oggi fermo.

Secondo le prime perizie il problema alla base di questo guasto le funi di carico. Le ditte Ilset s.r.l. e Eso Strade s.r.l., secondo quanto riportato dal vice sindaco Balleari, in un primo tempo avevano garantito il ripristino entro il 15 novembre, ma al momento le comunicazioni sono interrotte.

“Sono in attesa di risposte che non sono arrivate – ha detto Balleari in Sala Rossa, rispondendo all’interrogazione della consigliera Fontana, LegaNord – questo fatto è inaccettabile, credo che sia una presa in giro sulla quale non voglio soprassedere”

Nel frattempo il servizio sostitutivo è stato esteso anche alla domenica, su richiesta dello stesso assessore.

La richiesta di Lega Nord, riportata in aula, è quella di sanzionare in qualche modo questo comportamento, portando avanti eventuali azioni legali nelle sedi opportune.

Oggi, quindi, come scadenza della riparazione rimane il 15 novembre, anche se le conferme non sono arrivate. Il tempo ci darà la risposta.

leggi anche
  • Fuori servizio
    Pronto soccorso del villa Scassi sotto stress, e l’ascensore hi-tech ancora non funziona
  • Barzelletta
    Ascensore Villa Scassi fermo da un anno, a febbraio il verdetto dopo l’ennesimo collaudo
  • Non sembra vero
    Ascensore Villa Scassi verso la riapertura dopo due anni di stop: “Manca solo un verbale”
  • Incredibile
    Ascensore Villa Scassi, apertura a sorpresa: dopo due anni di stop è tornato in funzione