Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Archeologia, esposto al pubblico il Cippo del Monte Ramaceto del II secolo d.C.

Inaugurato il nuovo spazio espositivo presso il MuSel – Museo Archeologico e della Città di Sestri Levante

Genova. È stato inaugurato oggi il nuovo spazio espositivo presso il MuSel – Museo Archeologico e della Città di Sestri Levante alla presenza del Sindaco Valentina Ghio, del Soprintendente Vincenzo Tinè, del Direttore del Museo Fabrizio Benente e di alcuni docenti dell’Ateneo genovese.

La sala, situata al quarto piano di palazzo Fascie, ospita il Cippo del Monte Ramaceto, un cippo confinario di età romana (II secolo d.C.) che è stato trovato nel 2015 poco sotto la cima del Monte Ramaceto, grazie alla preziosa segnalazione di Italo Franceschini e al riconoscimento del prof. Giovanni Mennella (Università di Genova).

Proprio il prof. Mennella durante l’incontro che ha preceduto la visita alla nuova sala ha tenuto un interessante intervento sul nuovo allestimento, mentre il Soprintendente Tiné ha lodato il lavoro del MuSel, definendolo il migliore museo archeologico e della città della Regione Liguria insieme a quello di Finale Ligure. Il Direttore Scientifico del museo, dott. Fabrizio Benente, accogliendo con soddisfazione le parole del Soprintendente, ha ricordato i numeri dell’attività museale che a oggi ha dato vita a quasi 130 incontri di alto livello scientifico e culturale, Benente ha anche ricordato che il MuSel è stato inoltre oggetto di otto tesi di laurea, un riscontro significativo del livello e dell’importanza che il lavoro e le attività che il MuSel sta portando avanti hanno nell’attuale panorama museale e scientifico.