Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Acqua Bau Stop, un servizio per strade più pulite: l’idea dei negozianti di Marassi

Chi usa la bottiglietta per lavare l’urina del proprio cane potrà riempirla gratuitamente nei negozi che espongono una speciale locandina

Più informazioni su

Genova. A Marassi se hai un cane e non vuoi sporcare le strade con la pipì di Fido ora puoi contare sulla “solidarietà” dei commercianti.

Si chiama “Acqua bau stop” ed è il nuovo servizio lanciato nel quartiere in questi ultimi giorni. In pratica, chi usa la bottiglietta per lavare l’urina del proprio cane potrà riempirla gratuitamente nei negozi che espongono la speciale locandina creata per l’occasione. Un lavoro nato dal “basso”, tutto su base volontaria e gratuita, dal progetto iniziale (l’idea) alla realizzazione finale (la locandina).

“Purtroppo non sono riuscita a trovare un’immagine esplicativa del “lavare con la bottiglietta la pipì per strada” nonostante una lunga ricerca su google immagini – racconta Natascia che si è occupata della grafica – Questo da la misura di quanta poca attenzione ci sia sulla questione”.

Una goccia nel mare, obietterà qualcuno, ma allo stesso tempo un’idea che, con poco, può portare molto. E dimostra ancora una volta la possibilità di fare rete nel quartiere, unendo cittadini e commercianti per il decoro e il bene urbano (di tutti). (Per dare da bere a Fido ci sono, invece, le ciotole fuori dai negozi.)

“Tanti dicono che non basta una bottiglia. Quindi Letizia, che ha un negozio di vino in Via Fereggiano si è offerta di prestare il servizio insieme ad altri negozi e favorire così la buona pratica”, spiega Miriam, che, insieme ad altri, collabora alla rete “anti spreco” “Last Minute Marassi” di cui avevamo raccontato qui e che, con l’associazione Nonsoloparole, raccoglie i tappi di plastica usati per il riciclo e per progetti di inclusione sociale dedicati a persone in grave difficoltà socio-economica.

Chi volesse aderire e avere una locandina può contattare Letizia che ha il negozio di vino in Via Fereggiano e che ha lanciato l’idea, poi rimbalzata su Facebook. “Grazie alla collaborazione di tutti, avremo strade più vivibili”.

Piccole idee, facili da attuare – aggiunge Luca – tutti insieme per migliorare. Speriamo che questa iniziativa si diffonda in più quartieri“.