Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sei adolescenti intossicati a Villa Gentile, analisi sull’acqua e sulla sabbia delle piste di atletica fotogallery

Gli studenti sono stati ricoverati d'urgenza, l'impianto sportivo è sotto sequestro, chiuso al pubblico

Genova. Non è stato qualcosa che hanno inalato, le analisi dell’aria compiute dai Vigili del Fuoco hanno dato esito negativo, ma qualcosa che hanno ingerito. Cosa, però, ancora non si sa.

Sei ragazzini tra i 13 e 14 anni, 2 maschi e 4 femmine, studenti del liceo artistico Klee-Barabino, sono stati ricoverati d’urgenza per intossicazione, 5 al Gaslini e uno al San Martino. In tarda mattinata a Villa Gentile, a Sturla, stavano svolgendo alcune attività di atletica, presso la pista di salto in lungo, quando hanno iniziato ad accusare forti malori.

Immediato l’intervento di 118. Poi sul posto sono arrivati anche gli agenti del reparto Ambiente della Polizia Municipale, i tecnici di Arpal e i Vigili del Fuoco con la squadra NBCR (Nucleare, Batteriologico, Chimico, Radiologico).

Sarà l’agenzia regionale ad analizzare i campioni raccolti da pompieri e poliziotti locali: acqua, di bottigliette in vendita e di rubinetto, e sabbia, quella utilizzata appunto sulla pista di atletica. Per gli esiti bisognerà attendere circa 48 ore.

Intanto dalla direzione sanitaria del Gaslini comunicano che i ragazzini ricoverati erano in codice giallo e verde, quindi non gravi. Tutti e 5 manifestavano sintomi a carico dell’apparato respiratorio superiore e irritazione oculare. Al momento quasi tutti sono stati dimessi in buone condizioni di salute.

Villa Gentile, in via precauzionale ma anche per consentire le indagini, è stata chiusa al pubblico. La Procura ha aperto un’inchiesta e il campo è quindi sotto sequestro.