Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Riapre il bar della Biblioteca Berio, ma le polemiche sulla nuova gestione non si spengono

Il 26 settembre inaugurazione e festa di benvenuto per il Berio Bar, ma l'ex gestore potrebbe percorrere la via del ricorso al Tar contro l'esito della gara del Comune

Genova. Era chiuso dal 31 luglio, il Berio Café riapre con un altro nome Berio Bar (non un grande sforzo di fantasia, ma tant’è). E soprattutto, un’altra gestione. L’area ristoro all’interno della Biblioteca Berio torna a disposizione del pubblico dal 26 settembre.

E lo fa con una festa, dalle 17 alle 20: “il locale completamente rinnovato offrirà a tutti i presenti un rinfresco con degustazioni tipiche genovesi”, si legge nell’invito all’inaugurazione, organizzata – a quanto sembra – dalla stessa biblioteca. “Il pomeriggio sarà animato da buona musica”. I vetri del locale sono oscurati quindi nessuna anticipazione su un eventuale restyling degli interni.

La nuova società di gestione, quella che ha vinto il bando di gara del Comune di Genova, è Ristobest, il gruppo che gestisce, sempre a Genova, bar e ristorante del Best Western a Sestri Ponente. Non ha mai svolto un servizio di tipo sociale e ricreativo, e questo ha sollevato dei dubbi visto che il profilo del vecchio café andava ben oltre la semplice somministrazione. Ristobest ha però proposto una percentuale di rialzo del 121% rispetto alla base di gara. E anche in seconda battuta ha fornito le dovute garanzie a chi ha deciso di assegnare il servizio.

Paolo Vanni, l’ex gestore del Berio Café (ora impegnato in un’altra sfida imprenditoriale nel campo della ristorazione) non ha mai smesso di lottare contro l’esito di quella gara. E anche sull’inaugurazione sottolinea come: “sia strano che un ente pubblico, la biblioteca, organizzi una festa per un ente privato”. Nei giorni scorsi aveva preso di mira il cartello sulla porta d’ingresso del bar: “Riapertura il 1 settembre”. Evidentemente no. Ma attenzione: frecciate a parte, non sono esclusi ricorsi al Tar. Berio Ristorazione, la società creata da Vanni, ha già presentato un esposto alla Procura della Repubblica e il pm incaricato ha aperto un fascicolo di indagine.