Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Recco, l’Onda di Legno rimane ma sarà spostata nella spiaggia libera di ponente

La struttura non sarà demolita ma continuerà a far volare gli skaters

Più informazioni su

Genova. La Giunta Comunale, riunita nella giornata di ieri, ha esaminato la complessiva situazione della cosiddetta “onda di legno”, il manufatto recentemente installato dall’Associazione “Black Wave” del poliedrico Stefano Bellotti nello spazio a lato dei giardini pubblici del Lungomare Bettolo, per permettere lo svolgimento di una manifestazione e che qualche polemica aveva creato per il suo volume, non proprio soft.

“Abbiamo esaminato vari scenari – ha tenuto a precisare il Sindaco della Città di Recco Dario Capurro – in quanto abbiamo ricevuto numerose manifestazioni di interesse da parte dei frequentatori della struttura affinché la stessa fosse lasciata a disposizione di chi volesse cimentarsi nelle evoluzioni con lo skate anche dopo la conclusione dell’evento per cui le autorizzazioni erano state rilasciate”.

 “Anche l’Associazione Black Wave aveva richiesto di valutare un prolungamento dell’installazione dell’onda di legno  fino a renderla definitiva, tuttavia – ha proseguito il Sindaco –  non abbiamo potuto non tenere conto anche delle legittime perplessità degli abitanti della zona immediatamente adiacente e degli esercizi commerciali che avrebbero potuto essere danneggiati dalla presenza della struttura. A oggi il surf e i surfisti che hanno reso famosa Recco in tutta Italia continueranno a essere i benvenuti e l’Amministrazione Comunale si è impegnata a trovare soluzioni diverse che consentano di sistemare l’onda in una posizione meno a contatto con le case e le attività economiche della passeggiata, comunque sempre in zona centrale. Chi vuole praticare questa attività propedeutica a prendere il mare – ha continuato Capurro – potrà continuare ad usufruire della struttura anche in tutto il resto del periodo invernale. Vogliamo che essa sia in regola con la normativa demaniale ma anche in una posizione comoda e sicura per i frequentatori del lungomare”.

Per rimanere fedeli alla normativa del demanio sono stati mobilitati gli uffici competenti perché rilascino una nuova concessione provvisoria per porre la struttura sulla spiaggia libera di ponente, sotto alla rotonda Baden Powell. Queste concessioni, allo stato attuale, non possono superare la durata di tre mesi ma anche qui è stata trovata una soluzione.

“Gli uffici comunali elaboreranno una proposta di modifica del Piano di Utilizzo del Demanio, al fine di rendere permanente sia questa sia l’altra struttura di grande successo, abilmente condotta dall’Associazione Pro Loco di Recco e cioè il campo da beach volley. Confidiamo nella celere approvazione di questa proposta da parte della Regione e del Consiglio Comunale di Recco che in una delle prossime sedute sarà chiamato a discutere questa proposta. Se l’Associazione Black Wave, con l’aiuto degli uffici comunali per la predisposizione della relativa pratica, riuscirà a smontare la struttura e a trasferirla nella nuova sede della spiaggia libera di Ponente avendo presentato tutti gli elaborati necessari in pochi giorni, i disagi per i frequentatori saranno veramente ridotti al minimo tempo tecnico necessario”, ha concluso il Sindaco di Recco Dario Capurro.