Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cuore spezzato dal fidanzato, a 20 anni va in overdose: il papà denuncia il pusher

Era sparita da casa da qualche giorno, ritrovata nei vicoli genovesi: ora la giovane sta meglio

Genova. Per una delusione amorosa, una ragazza di 20 anni della provincia di Genova si è iniettata metadone e Valium ed è finita in overdose. La ragazza si è drogata in un’abitazione del centro storico di Genova dove era arrivata dopo aver lasciato casa la mattina stessa.

E’ riuscito a rintracciarla il padre che ha segnalato ai Carabinieri l’uomo, tossicodipendente, che la ospitava e che secondo gli investigatori ha fornito la droga. 30 anni, è accusato di lesioni a seguito di spaccio. Il magistrato sta valutando se chiedere la
misura cautelare in carcere.

La ragazza, residente nel Levante genovese, seguita da un Sert, aveva manifestato i primi segnali di malessere giorni prima dopo essere stata lasciata dal fidanzato. Decisivo, per la ragazza, l’intuito del padre, che non rintracciandola si è ricordato che in passato per procurarsi droga la figlia era andata in una casa del centro di Genova: lì infatti l’ha trovata tra metadone ansiolitici e siringhe.

All’operazione hanno collaborato i Carabinieri di Santa Margherita Ligure e i colleghi di Genova Carignano.

Le condizioni della giovane sono in miglioramento.