Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Principe, auto in fiamme davanti al commissariato di Polizia: c’è un ricercato

Un uomo che mentre la vettura bruciava ha provato a staccare la targa. Pochi giorni fa in vico Tana, non distante, un raid incendiario doloso aveva distrutto 6 motorini

Più informazioni su

Genova. La Polizia è alla ricerca di un uomo sui cinquant’anni, genovese, già noto alle forze dell’ordine. Potrebbe essere la persona che ieri è stata vista da alcuni testimoni armeggiare intorno alla targa dell’automobile – una Mercedes Classe A – andata in fiamme in via Balbi, forse per staccarla dalla vettura. Ma per quale motivo? E perché soltanto quella posteriore, nel caso?

incendio via balbi

Il fatto è accaduto ieri pomeriggio. Passanti, turisti e anche forze dell’ordine si sono chiesti cosa stesse succedendo. Magari pensando che l’auto incendiata, proprio davanti al commissariato di via Balbi, potesse essere un (ennesimo) attentato di matrice anarchica (l’ultimo era avvenuto nel 2014). Gli agenti della Municipale hanno chiuso il traffico nella zona per circa un’ora.

Dopo aver spento l’incendio, i Vigili del Fuoco e la Polizia Locale sono risaliti all’identità del proprietario: un cinquantenne pregiudicato che risulta irreperibile. Potrebbe essere “l’uomo della targa” ma anche no.

incendio via balbi

Sul caso indaga l’Upg della Questura insieme al commissariato di Prè. Stanno vagliando le telecamere di videosorveglianza della zona, anche per capire se l’incendio sia doloso o no, visto che poco distante da lì, un paio di settimane fa, c’era stato un raid incendiario che aveva distrutto tutti i motorini parcheggiati in vico Tana e in quel caso, come si evince dal video di un testimone, l’autore era un piromane.