Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pareggio con la Juventus, bene il secondo turno del Genoa primavera

Il Genoa primavera rimonta lo svantaggio nel match casalingo contro i bianconeri e conquista il primo punto della stagione

Genova. “Più Genoa, che Juventus. Per i tre punti però si deve ripassare“: inizia così il comunicato stampa del Genoa sul match del campionato Primavera contro i pari età della Juventus, disputatosi ieri al Gambino di Arenzano, sede dei match casalinghi della massima giovanile rossoblù. Il risultato è stato un pareggio, una divisione di punti che lascia qualche amaro in bocca tra i Grifoncini.

Il Genoa era sceso in campo con Rollandi; Tazzer, Oprut, Altare; Zanoli, Sibilia, Karic, Bruzzo, Micovschi; Szabo, Zanimacchia. A disposizione di Sabatini c’erano: Bulgarelli, Palmese, Piccardo, Gibilterra, Pedersen, Trabacca, Silvestri, Tagliabue, Insolito, Ruben Costa, De Paoli, Romairone.

Tazzer era stato il primo a rendersi pericoloso, dopo soli sei minuti di gioco, ma la guardia di Del Favero ha sventato subito. Diversi da lì in poi i tentativi per entrambe le parti: il Genoa pressa, cerca di tenere il pallone e costruisce il gioco, mettendo in difficoltà i bianconeri. L’occasione ghiotta giunge con Szabo, messo davanti a Del Favero da un Tazzer in grande forma, ma niente da fare, complice anche un’ottima parata dell’estremo difensore bianconero; passa solo un minuto e il fallo di Altare su Campo regala una punizione da ottima posizione ai bianconeri, che con Caligara realizzano la rete del vantaggio.

A riposo sullo 0-1, il Genoa torna in campo intenzionato a ribaltare le sorti di un cintro che l’ha visto spesso in posizione di dominio. Doppia occasione per il capitano Zanimacchia in avvio di ripresa, prima dell’azione del pari: triangolazione tra Oprut e Micovschi, traversone e deviazione nella propria rete da parte di Vogliacco.

L’ultimo quarto trascorre con crescente tensione, un nervosismo che si manifesta anche con la doppia espulsione di Caligara e Altara. Ci prova sul finire la Juventus con Olivieri, ma Rollandi para.

Ora la testa dei Grifoncini è già rivolta al prossimo match, a Roma, dove sabato affronterà la Lazio.