Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Multedo, sopralluogo di Fratelli d’Italia all’asilo. E spunta il testamento con il lascito della struttura

Alcuni cittadini hanno consegnato una copia del documento che vincolerebbe struttura e amministrazione

Genova. “Stiamo considerando ogni singola azione per impedire che si compia l’ennesimo scempio a danno dei Genovesi” esordisce così il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia Matteo Rosso che questa mattina insieme ad Ubaldo Borchi, coordinatore metropolitano di FDI, ed i due consiglieri comunali Valeriano Vacalebre e Alberto Campanella, che è anche capogruppo in Comune, hanno fatto un sopralluogo per constatare lo stato dei lavori all’asilo di Pegli, verificarne l’agibilità, e per parlare con i residenti.

“Abbiamo avuto modo di parlare con molte persone che ci hanno fatto presente che la strada è privata e andremo a verificare se tutte le autorizzazioni sono state chieste. Non lasceremo nulla di intentato” aggiunge Ubaldo Borchi che, durante il sopralluogo, ha incontrato diversi abitanti del quartiere.

I Consiglieri Comunali Campanella e Vacalebre sono stati ricevuti da una delegazione, la quale ha consegnato loro alcuni documenti fino ad oggi non comparsi nel dibattito, tra cui le volontà testamentarie: “La volontà espressa da chi ha lasciato questo importante edificio è chiaramente rivolta ai più piccoli ai bambini e la volontà è ben espressa dal lavoro testamentario” dice l’avvocato Campanella e prosegue “analizzando bene i documenti c’è la possibilità che cambino molte cose dato che il testamento prevede la possibilità di un altra destinazione ed essere alienato ma alla condizione che il funzionante dell’asilo venga conservato e garantito in un altro immobile con la stessa denominazione è sempre nell’area di Multedo e sono disponibile a farmi carico, come avvocato, dei diritti dei cittadini che così sarebbero danneggiati. In questo senso mi attiverò già dal pomeriggio”.