Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Meteo Liguria, secondo ceffone all’estate: si va verso l’autunno (e la pioggia) previsioni

Oggi accentuazione dell’instabilità, dai rilievi fin sulle coste, sotto forma di brevi piovaschi o rovesci

Più informazioni su

Liguria. Il secondo, sonoro ceffone all’Estate, questa volta, forse, non così asciutto. Ancora al vaglio dei modelli fisico-matematici, perché il passaggio del testimone dall’Estate all’Autunno può rivelarsi lungo e complesso.

Maccaja a Marassi

Sorprendentemente, quest’anno, spiega Limet, il primo di questi step non si è fatto attendere troppo e nello scorso fine settimana, un’estesa area depressionaria, alimentata da aria decisamente fresca, di matrice artico-marittima, si gettava nel cuore del Continente, mettendo, definitivamente, la parola fine alla calura e all’afa che ormai da mesi attanagliavano l’Italia tutta.

Un bel balzo in avanti, quindi, dal punto di vista termico, ma non, purtroppo, da quello pluviometrico, la vera nota dolente della stagione appena conclusasi.

Ad ogni buon conto, qualcosa sembra muoversi: dalle proiezioni probabilistiche dei principali modelli fisico-matematici, per la giornate di Sabato e parte di quella di Domenica va prendendo forma quello che, se confermato, costituirebbe il secondo step, una dinamica, finalmente, dalle caratteristiche più autunnali, che non estive, un affondo perturbato tale da garantire il ritorno delle care e vecchie piogge democratiche in terra ligure.

Un ruolo fondamentale, da apripista se vogliamo, per la realizzazione di quanto appena descritto, lo giocherà il pur modesto cavo d’onda che quest’oggi transiterà sui nostri lidi, recando una generale accentuazione dell’instabilità atmosferica, che dai rilievi potrà venire sospinta fin su taluni tratti rivieraschi, sotto forma di brevi piovaschi o rovesci, accompagnati, perché no, da qualche colpo di tuono. Contestualmente, si assisterà ad una drastica rotazione delle correnti dai quadranti meridionali a quelli settentrionali, associato ad un moderato calo dei valori termo-igrometrici. Il mare si manterrà generalmente poco mosso, sia sotto-costa che al largo.