Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Inter passa nel finale e punisce un Genoa troppo emotivo risultati

D'Ambrosio punisce un Genoa attento, che subito dopo perde i nervi e conclude la gara in nove: ora la classifica è davvero complicata

Più informazioni su

Genova. Genoa coraggioso a San Siro, ma non basta: l’Inter passa nel finale, dopo una gara equilibrata, e cerca di tenere il passo di Napoli e Juventus. Per il Genoa, invece, il baratro delle ultime posizioni dopo quattro giornate del campionato di Serie A Tim: doppia espulsione nel finale per i Grifoni, che soffrono la tensione.

L’Inter si è fatta subito avanti, andando al tiro con Perisic pochi secondi dopo il fischio d’inizio; è il team nerazzurro a tenere il gioco nel primo quarto d’ora e proprio al 15′ Rossettini impegna Handanovic per la prima volta. Dieci minuti dopo è addirittura Icardi, in versione difensiva, a stoppare il contropiede rossoblù.

Al 30′ Perin in uscita lascia uno spiraglio per Perisic, che ci prova al volo: il portiere genoano torna in tempo tra i pali e chiude l’opzione.

Vera occasione, unica grande emozione della prima frazione, solo allo scadere del primo tempo: Candreva inventa una palla per Brozovic, che con il sinistro stampa il pallone sul palo, facendo tremare anche Perin.

Nella ripresa parte forte il Genoa, che ha subito un’occasione con Laxalt, poco prima che questi esca, lasciando spazio a Migliore. L’Inter, però, non lascia spazio, anche se Candreva, vero motore e ispiratore della manovra nerazzurra fino a questo momento, esce al 60′, sostituito da Eder.

Occasione Inter al 64′: dopo un calcio d’angolo Vecino fa sponda su Eder che, sul secondo palo, è anticipato di un soffio da Rosi.

Al 74′ spazio a Pandev, che subentra a Pellegrini: squadre stanche, maggiori spazi, ma le occasioni faticano a trovare spazio e i minuti passano tra azioni di scarso interesse. La prima ammonizione della gara giunge all’84’, dopo un fallo tattico di Migliore.

E, quando ci si apprestava a chiudere la gara con un pareggio tutto sommato equo, l’Inter ha sbloccato la situazione: corner di Joao Mario, D’Ambrosio svetta e insacca di testa alle spalle di Perin, che nulla può sul difensore nerazzurro.

Negli ultimi minuti ci si sarebbe l’assalto dei Grifoni alla porta di Handanovic, invece sale la tensione: poco dopo il novantesimo, Guida punisce un duro intervento di Omeonga su Eder, lanciato verso la porta, e assegna un cartellino rosso per il centrocampista rossoblù. Gli animi si scaldano tra le fila del Genoa, perché subito dopo Zukanovic stende Karamoh e ottiene un cartellino giallo; passa un minuto e, ancora su Karamoh, entra durissimo Taarabt, punito questa volta con un rosso. E così terminano i quattro minuti di recupero.

L’inter tiene il ritmo, a distanza, di Juventus e Napoli, che sono in vetta alla classifica; per il Genoa un terzultimo posto in una classifica che, da quelle parti, rimane davvero corta.