Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Harakiri Sampierdarenese, sorride il Voltri. Prato: inizio esaltante risultati

Vola anche la Caperanese che affossa il Ravecca. Il Bogliasco vince in rimonta

Prende il via il campionato di Prima categoria, che nel girone C vede la partecipazione allargata vista la presenza della Caperanese e del Varazze che “estendono” i confini del girone. Proprio la neo arrivata compagine verdeblù si è presa di prepotenza gli onori delle cronache grazie all’esordio scoppiettante contro il Ravecca che ha visto prevalere i levantini per 5-1.

Non inganni il punteggio perché il Ravecca, prima del crollo, aveva disputato una partita all’altezza dell’avversario. Primo tempo che scorre sul filo dell’equilibrio con gran gioco in mezzo al campo. Cambia tutto al 44° quando Cogozzo trova il varco per battere Papatola e segnare l’1-0. Immediata e rabbioso la risposta degli ospiti che raggiungono subito il pareggio con l’uomo che non ti aspetti. A segnare è infatti Mai, che di professione fa il terzino, ma per l’occasione si traveste da bomber ed insacca l’1-1 punteggio con cui le due squadre vanno al riposo.

Nella ripresa la Caperanese esce alla distanza e dopo aver segnato con Loero al 55° il gol del nuovo vantaggio, i chiavaresi tengono duro e respingono i tentativi dei ragazzi di Napolitano di rientrare in gara e colpiscono cinicamente. Al 72° Turcato mette al sicuro il risultato mentre in pieno recupero arriveranno altre due reti degli ospiti con Imporzani al 93° e con Rolandelli al 96°.

Buona la partenza anche della Stella Sestrese che vince sul difficile campo dell’Isolese molto rinnovata dalla scorsa stagione ed ancora in cerca di amalgama. Due gol decidono la partita ed arrivano al 22° con Verardo lesto a ribadire in porta una corta respinta di Alesso e poi al 55° con Aufiero che batte una punizione a sorpresa e chiude i conti.

Debutto amaro per il Varazze che viene sconfitto 2-0 dal San Gottardo. Succede tutto nel primo tempo con Favali che scatta sul filo del fuorigioco e supera Maralino in uscita. Gioia dei biancorossi fra le proteste degli ospiti che reclamavano un off-side. Il raddoppio che chiude la contesa è di Romei che devia puntualmente un cross di Miggiano a due minuti dal duplice fischio del direttore di gara. Termina 2-0 con il San Gottardo che nella ripresa contiene bene gli avversari.

Partita intensa e ricca di gol quella fra la Sampierdarenese ed il Voltri. Lupi alla ricerca di riscatto dopo una stagione lunga e beffarda quella dell’anno scorso, voltresi che invece devono capire che tipo campionato potranno giocare. Partono meglio proprio gli ospiti con Minutolo che sciupa una grossa occasione tutto solo davanti a Camilleri.

Al 12° poi Sangineto calcia da due passi alto sulla traversa. Al quarto d’ora i biancorossoneri si vedono finalmente in attacco con Morani che pesca Giuri per il colpo di testa che viene respinto dalla difesa. Succede poco altro nella prima parte di gara in cui le squadre sono bloccate a metà campo.

La ripresa è di tutt’altro stampo con il punteggio che cambia dopo un quarto d’ora a favore dei lupi locali. Gallo interviene su una lunga rimessa laterale con una splendida rovesciata che supera Primerano. La Sampierdarenese fiuta il momento favorevole e ci prova ancora con Messina, ma il suo tiro si alza sulla traversa.

Il finale è palpitante. All’80° Rizza inventa una traettoria imprendibile per Camilleri direttamente su punizione e fa 1-1. Poco dopo i padroni di casa si complicano e non poco la vita: Cannizzaro rimedia il secondo giallo procurando un calcio di rigore e Camilleri protesta troppo e segue il compagno negli spogliatoi. In nove contro undici arriva anche la rete dal dischetto di Sangineto.

Al 92°, però i biancorossoneri hanno la forza di spingersi in avanti e guadagnare un corner dal quale arriva il pareggio firmato Giuri. Quando tutto sembra deciso è Sangineto che fa esplodere il tifo del Voltri intervendo di testa su cross di Machados. Sampierdarenese che non ha più tempo e deve fare mea culpa per avere concesso ben due superiorità numeriche agli avversari. Voltrese cinica e vincente.

Si decide nel finale anche la gara fra Vecchiaudace Campomorone e Via dell’Acciaio. Dopo un primo tempo di studio in cui si segnala solo una netta occasione degli ospiti con Guzzo che trova Dellepiane preparato. Lo scossone arriva al 55° con la deviazione di Pittaluga che batte di testa il suo omonimo estremo difensore del Via dell’Acciaio. Poco dopo è Arrache che sfiora il raddoppio, ma difetta la mira.

La reazione del Via dell’Acciaio arriva prima con la botta di Bosio respinta dal portiere, e poi con il gol dello stesso Bosio che si ritrova solo davanti a Dellepiane e lo batte per l’1-1. Il pareggio resiste, però solo tre minuti visto che Oneto, subentrato dalla panchina, devia un calcio d’angolo per il decisivo 2-1.

Il nuovo corso del Cà de Rissi parte male contro la Calvarese che prima spreca poi si riscatta. Decisivo Piazze che punta e fredda Paci con una precisa conclusione al 75°. In precedenza, dopo un primo tempo poco esaltante, i padroni di casa avevano avuto l’occasione di passare in vantaggio su calcio di rigore, ma Soracase aveva spedito a lato.

Brutta partenza anche dello Sciarborasca che viene travolto in casa dal Prato 2013. Inizio sonnacchioso fino al 19° quando Maffia trova la via del gol e supera Rotondo per lo 0-1. Passano dieci minuti ed è ancora il numero cinque che sigla il raddoppio con una bella conclusione. In pieno recupero arriva il gol che fa sperare di nuovo i padroni di casa e porta la firma di Galasso.

Nel secondo tempo i gialloblù provano a rimettere in sesto la contesa, ma il tiro di Angella al 57° trova solo il palo. Così dopo venti minuti di gioco muscolare a metà campo, Della Giovanna rimette il gap di due reti fra le squadre. Nel finale poi c’è spazio anche per Fotea che sfrutta gli spazi concessi dalla difesa di casa e piazza la quarta rete.

Infine il Bogliasco vince in trasferta sul campo del Begato in rimonta. I padroni di casa vanno in vantaggio con Altare al 22°. Nel secondo tempo vanno a segno Veroni al 70° e poi Moretti all’80° su calcio di rigore.