Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, una piazza del Vento per stare insieme sul mare fotogallery

"Un’opera da usare, per tenere insieme la gente sul mare e ricreare l’urbanità tipica di Genova"

Genova. Una piazza particolare, fatta di suggestioni sonore che riportano il rumore del vento, e allo stesso tempo aperta ai genovesi e ai turisti che potranno dondolare sulle altalene guardando le navi che passano davanti alla Foce.

Taglio del nastro ufficiale per la Piazza del Vento che stamani ha aperto i suoi spazi nell’area davanti al Palasport nel secondo giorno del 57° Salone Nautico di Genova.

“E’ un campo di 57 alberi di barca a vela – spiega Paolo Brescia l’architetto dello studio milanese OBR che ha realizzato l’idea di Renzo Piano – installati con fiocchi che parlano del vento, ma anche del sole“.

C’è poi un’installazione nell’installazione che evoca la sonorità del mare e che si chiama, appunto, melodia mediterranea. Completa la piazza, l’opera di un’artista di strada che ha realizzato un’anamorfosi che recita ‘chi getta semi al vento farà fiorire il cielo’.

“Non l’abbiamo pensata solo come simbolica – sottolinea l’architetto Brescia – ma soprattutto come un’opera da usare, per tenere insieme la gente sul mare e ricreare l’urbanità tipica di Genova, città sul mare. Le altalene sono infatti un modo per riscoprire il piacere di stare in compagnia“.

“Questa piazza esprime ottimismo – il commento della presidente di Ucina, Carla DemariaRenzo Piano l’ha donata a Ucina, noi la regaliamo alla città, mettendoci solo le nostre forze e le nostre energie. E’ nata come un’idea realizzabile, pensata come installazione temporanea, è diventata oggi permanente, così come il rapporto che si è andato sviluppando con le istituzioni”.