Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella, ottima reazione. Castorina: “Dobbiamo proseguire su questa strada” fotogallery

Iacobucci: "Una vittoria che dà morale alla squadra". Luppi: "La squadra ha risposto bene"

Chiavari. Ottima prova dell’Entella: dopo gli segnali positivi mostrati nel secondo tempo del derby con lo Spezia, batte la Ternana per 3 a 1 e torna al successo, il primo in questa stagione.

L’allenatore Gianpaolo Castorina commenta: “Sono molto soddisfatto, prima di tutto per questo risultato che siamo riusciti ad ottenere, che francamente a livello personale fa piacere, però sono contento del regalo che si sono fatti questi ragazzi perché io so realmente con quanta passione, quanta dedizione e quanta umiltà lavorano ogni giorno, anche dopo dei risultati che sono avvenuti in maniera negativa. Di questo sinceramente sono contento perché la squadra è voluta andarsi a prendere questo momento di gloria, perché è una squadra compatta, che ha dimostrato che sa reagire e ripartire dalle difficoltà. Avevamo avuto dei segnali dalla partita di Spezia; oggi per quanto riguarda alcuni tratti della gara abbiamo confermato quanto di buono fatto a Spezia. C’è da lavorare, però lavorare su un risultato positivo sicuramente è un po’ più facile per tutti“.

L’Entella ha reagito bene soprattutto ad inizio secondo tempo. “Nell’intervallo – spiega Castorina – ho trovato una squadra che non stava attraversando 10/12 minuti positivi; ci siamo messi tranquilli, con serenità; abbiamo detto, com’è accaduto un elemento negativo all’interno della gara che ci ha fatto abbassare così tanto, ho detto che se andiamo in campo con decisione ci sarà un evento positivo che ci darà di nuovo il coraggio di attaccare. I ragazzi sono stati bravi perché nel secondo tempo hanno subito rimesso la testa a fondo e hanno pedalato, rialzando il baricentro e andando a giocare lì, un po’ più alti, dove noi con le nostre qualità potevamo mettere in difficoltà la Ternana, tant’è vero che il secondo gol è venuto ancora su azione, un’azione bella con inserimento del capitano da sinistra che ha ricrossato in mezzo e Davide Luppi ha chiuso un’azione molto importante. Sono contento di come abbiamo gestito il finale del primo tempo e soprattutto il momento negli spogliatoi, dove ci siamo rimessi a posto e abbiamo fatto un buon secondo tempo“.

A che punto è l’Entella come rodaggio? “Anche ieri nella conferenza stampa ho detto dell’importanza di avere una rosa competitiva – ribadisce il mister – perché prima di tutto ti aumenta la qualità negli allenamenti, la competizione fa sempre bene; poi è una risorsa e già da martedì potremo avere i primi effetti, quindi io sono soddisfatto della rosa che alleno. Abbiamo tanti punti di forza e anche tante cose da migliorare, però dobbiamo solo proseguire su questa strada. Il risultato ci dà un po’ più di fiducia“.

Il prossimo avversario sarà il Pescara. “Noi certamente, al di là di quel che ha detto il campo fino ad adesso, non cerchiamo quasi mai di fare una partita difensiva, anche se poi a Foggia è successo perché abbiamo subito la fase offensiva senza rischiare grandi cose. Paradossalmente il nostro portiere ha fatto molte più parate oggi che a Foggia. Noi andremo lì per cercare di imporre quello che sappiamo fare; di certo loro non ce lo consentiranno in maniera fluida e semplice, dovremo riadattarci, però – conclude Castorina – sono convinto che se loro attaccheranno noi cercheremo di rispondere colpo su colpo“.

Questa è una vittoria che dà morale alla squadra – dice Alessandro Iacobucci -, dà morale per andare avanti sul lavoro che facciamo in settimana. Sono tre punti importantissimi che ci rilanciano dopo un inizio difficile e ora dobbiamo battere il chiodo finché è caldo”.

Siamo una squadra molto valida – prosegue -, con giocatori importanti che sono arrivati nel mercato ed altri che già l’anno scorso erano qui. Secondo me faremo il nostro bel campionato perché fai un cambio e ne entra un altro dello stesso valore, in tutti i ruoli del campo. Non dobbiamo avere paura di nessuno perché sappiamo le nostre caratteristiche, abbiamo un ottimo gruppo che è la cosa più importante e questo ci farà fare buone prestazioni“.

Per un portiere non è facile giocare contro una squadra allenata da Zeman. “Per me non è la squadra di Zeman, è il Pescara – afferma Iacobucci -. Sono nato lì e giocare nella città dove sono nato è emozionante, è sempre bello e dà tanti stimoli“.

Per Davide Luppi un gol e mezzo. “Era importante soprattutto la vittoria, perché alla fine è quella che muove la classifica – dichiara -. Sono contento per il gol e di aver potuto dare una mano alla squadra. Vengo a casa soddisfatto, sicuramente sul piano personale ma soprattutto per la vittoria”.

Eravamo sicuramente tranquilli – prosegue l’attaccante – perché sapevamo che comunque non eravamo quelli di Perugia. Allo stesso tempo abbiamo fatto vedere buone cose anche a Spezia. Siamo una squadra in crescita e questa è la cosa che ci dà più morale. Il segnale è che la squadra ha risposto a due sconfitte nelle ultime tre partite, c’era bisogno di una vittoria e la squadra ha vinto“.

“Non sono venuto qua in condizioni ottime – ricorda Luppi -, ho avuto un precampionato un po’ difficile. Nelle ultime settimane sto entrando in condizione quindi mi sono sicuramente serviti i novanta minuti di Spezia, i novanta minuti oggi e mi serviranno altre partite ancora. Più gioco più riuscirò ad entrare in condizione”. La tribuna ha intonato un coro per Luppi. “Questo mi fa molto piacere – ammette – perché la tifoseria magari capisce che quando gioco metto tutto quello che ho per la squadra e per chi viene a vedere la partita“.