Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Campionato europeo D-One: quarto posto per Enrico Ciferri

Per il portacolori dello Yacht Club Italiano la soddisfazione della vittoria nella prima prova

Genova. Il Cnam Alassio ha ospitato dal 21 al 24 settembre il campionato europeo D-One, affascinante imbarcazione condotta da un unico membro di equipaggio, unico singolo dotato di randa e jennaker.

La manifestazione ha visto la partecipazione di atleti in rappresentanza di cinque nazioni. Le condizioni atmosferiche di poco-medio vento hanno consentito lo svolgimento di otto prove. Lo scarto di quella peggiore ha alternato nel corso della manifestazione diversi timonieri alle spalle del velista da battere, il britannico Nick Craig, campione di fama internazionale con un notevole palmarès tra titoli mondiali ed europei conquistati in varie classi, che alla fine è risultato il vincitore.

L’esordio è stato col botto in quanto Ciferri, atleta dello Yacht Club Italiano, ha vinto la prima prova, imponendosi all’attenzione in una classe dove è appena approdato.

Le regate sono state particolarmente difficili per le condizioni: corrente, onde, salti di vento e compattezza del gruppo hanno reso ciascuna prova particolarmente impegnativa – ha detto Ciferri -. Un plauso va al comitato di regata ed al Cnam di Alassio di Ennio Pogliano che ha sempre saputo cogliere l’attimo per posizionare campi di regata impeccabili”.

L’andamento del campionato ha visto un susseguirsi di risultati che tuttavia hanno evidenziato ancora una volta la superiorità di Nick Craig, che alla fine ha vinto scartando un secondo posto come peggior risultato. Dietro invece c’è stata bagarre per conquistarsi le piazze d’onore. Prima lo stesso Ciferri, secondo fino alla penultima prova, poi il ceco Bachtik, quindi l’altro britannico Chipperfield, veterano della classe. L’ultima prova è stata quella decisiva e forse la più emozionante: i primi cinque equipaggi in classifica si sono alternati in testa fino alla fine determinando solo sull’arrivo il risultato finale che con il gioco degli scarti ha visto prevalere al secondo posto Chipperfield, premiato anche come master class; terzo Bachtik, quarto Ciferri.

Sono contento del risultato finale. Se me lo avessero chiesto avrei firmato in partenza per un piazzamento del genere. Non posso pertanto recriminare nulla… o quasi nulla!“. Così Enrico ha voluto commentare con un trasparente pizzico di rammarico il suo quarto posto finale. Gli altri italiani presenti: Riccardo Pontremoli sesto, Tommaso Buzzi quindicesimo.

Organizzazione a terra perfetta con ampi spazi per il rimessaggio delle barche, l’accoglienza e la bellezza di Alassio, manifestazioni collaterali folkloristiche (pasta party serali con prodotti tipici liguri) hanno accompagnato la kermesse ed hanno reso particolarmente gradita il soggiorno agli equipaggi stranieri tanto che, nella riunione internazionale della classe tenutasi nel corso del campionato, hanno chiesto all’Italia di ospitare anche l’anno prossimo il campionato europeo, che su indicazione della associazione di classe italiana si svolgerà nel Golfo del Tigullio a settembre 2018. Si pensa inoltre di associare la settimana prima il campionato italiano open in modo da rivedere e facilitare la trasferta ai numerosi equipaggi stranieri. Per le due sedi si pensa già a Santa Margherita Ligure e Rapallo.

I primi 10 classificati: 1° Nick Craig (Gran Bretagna), 10 punti; 2° Giles Chipperfield (Gran Bretagna), 22; 3° Marek Bachtik (Repubblica Ceca), 28; 4° Enrico Ciferri (Italia), 32; 5° Chris Sallis (Gran Bretagna), 37; 6° Riccardo Pontremoli (Italia), 43; 7° Ken Ward (Gran Bretagna), 43; 8° Felix Hofinger (Austria), 50; 9° Thyler Harmsworth (Gran Bretagna), 63; 10° Nickolas Crickmore (Gran Bretagna),70.

Nella foto: Enrico Ciferri con Nick Craig dopo la prima prova.