Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Anche due corni svizzeri a Genova per i 120 anni della funicolare del Righi

Domani grande festa sia palazzo Tursi sia alla fermata della Zecca: si firma il gemellaggio con due cremagliere elvetiche. E si viaggia gratis

Più informazioni su

Genova. Lo sapevate che la funicolare Zecca – Righi fu progettata da due cittadini svizzeri? E che, in Svizzera appunto, esistono due cremagliere imparentate con quella genovese che si chiamano Vitznau-Rigi e Arth-Rigi?

E’ per questo che a Genova sono stati invitati – e hanno già dato un piccolo assaggio della loro arte in piazza De Ferrari – due musicisti che, con il loro corno svizzero (l’Alphorn), arrivano direttamente dall’Engadina.

Domani, giovedì 28 settembre, saranno tra i protagonisti di un doppio appuntamento (a Palazzo Tursi e alla fermata della Zecca) per celebrare i 120 anni della funicolare genovese del Righi, impianto storico, tra le bellezze turistiche della città ma fondamentale anche per i suoi cittadini.

L’appuntamento è aperto a tutti e domani, per l’intera giornata, si potrà viaggiare gratuitamente sulla funicolare.
 
Per celebrare questo importante anniversario della funicolare, Amt Genova e la svizzera RigiBahnen stringono un gemellaggio nel segno di due sistemi di risalita storici, le cremagliere svizzere Vitznau-Rigi del 1871 e Arth-Rigi del 1875 e la funicolare Zecca-Righi del 1897, unite idealmente dall’intuizione turistica e trasportistica di Franz Josef Bucher.
 
L’evento comincerà alle ore 10 nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi e proseguirà alle 12.30 con il trasferimento a piedi fino alla Zecca e la salita al Righi in funicolare dove, alla stazione superiore, verrà affissa la targa celebrativa del gemellaggio. Sarà inoltre eseguita con l’Alphorn svizzero la tradizionale Ma se ghe penso.