Giovedì 28 settembre

Anche due corni svizzeri a Genova per i 120 anni della funicolare del Righi

Domani grande festa sia palazzo Tursi sia alla fermata della Zecca: si firma il gemellaggio con due cremagliere elvetiche. E si viaggia gratis

alphorn corni svizzeri

Genova. Lo sapevate che la funicolare Zecca – Righi fu progettata da due cittadini svizzeri? E che, in Svizzera appunto, esistono due cremagliere imparentate con quella genovese che si chiamano Vitznau-Rigi e Arth-Rigi?

E’ per questo che a Genova sono stati invitati – e hanno già dato un piccolo assaggio della loro arte in piazza De Ferrari – due musicisti che, con il loro corno svizzero (l’Alphorn), arrivano direttamente dall’Engadina.

Domani, giovedì 28 settembre, saranno tra i protagonisti di un doppio appuntamento (a Palazzo Tursi e alla fermata della Zecca) per celebrare i 120 anni della funicolare genovese del Righi, impianto storico, tra le bellezze turistiche della città ma fondamentale anche per i suoi cittadini.

L’appuntamento è aperto a tutti e domani, per l’intera giornata, si potrà viaggiare gratuitamente sulla funicolare.
 
Per celebrare questo importante anniversario della funicolare, Amt Genova e la svizzera RigiBahnen stringono un gemellaggio nel segno di due sistemi di risalita storici, le cremagliere svizzere Vitznau-Rigi del 1871 e Arth-Rigi del 1875 e la funicolare Zecca-Righi del 1897, unite idealmente dall’intuizione turistica e trasportistica di Franz Josef Bucher.
 
L’evento comincerà alle ore 10 nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi e proseguirà alle 12.30 con il trasferimento a piedi fino alla Zecca e la salita al Righi in funicolare dove, alla stazione superiore, verrà affissa la targa celebrativa del gemellaggio. Sarà inoltre eseguita con l’Alphorn svizzero la tradizionale Ma se ghe penso.

Più informazioni
leggi anche
funicolare zecca righi guasta
Cause tecniche
Zecca-Righi, dopo la festa lo stop. La funicolare si ferma a 120 anni e una settimana