Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terrorismo, Recco si prepara ai fuochi ma dice no ai “new jersey”

Genova. Non ci saranno i New Jersey ma, per assicurare la tranquillità sul lungomare di Recco saranno posizionati mezzi della polizia locale c bloccheranno possibili intrusioni. Anche la tradizionale “sagra del fuoco” che anima la cittadina del golfo Paradiso il 7 e l’8 settembre, per la ricorrenza della Madonna del Suffragio devono assoggettarsi alle nuove misure di sicurezza decise dopo l’attentato a Barcellona.

Recco si accende : duemila persone a testa in su per la magia dei fuochi

“La voglia di portare avanti questa iniziativa è sempre tanta – spiega Valentina Grazioli assessore alla viabilità Comune di Recco – anche se, ovviamente, c’è molta attenzione in più rispetto agli altri anni. Abbiamo previsto la presenza, ovviamente, di vigili urbani, polizia locale, e di carabinieri e abbiamo deciso di fare le chiusura di alcune strade per impedire l’accesso ai mezzi”

Si tratta comunque di giornate di festa e, di conseguenza, la scelta dell’amministrazione è stata quella di puntare su una vigilanza non troppo invasiva. “Per quello che riguarda il pubblico, io vorrei che non si sentisse la presenza delle forze dell’ordine – continua l’assessore – vorrei che fosse una presenza discreta ma efficace per garantire la sicurezza di tutti. Ci saranno, ovviamente, le auto della polizia locale che verranno messe di traverso, proprio per impedire l’accesso eventuale di un mezzo che volesse fare del male alle persone”.

La scelta del comune rivierasco, quindi, è quella di mettere in atto misure soft, senza strutture fisse, ma mantenendo ferma l’attenzione sulla necessità di assicurare protezione alle migliaia di persone che si riverseranno sul lungomare. “Noi abbiamo scelto misure un po’ più light rispetto ai new jersey che invece – conclude Grazioli – essendo ostacoli fissi, impedirebbero il passaggio eventualmente anche in caso di emergenza”.