Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terrorismo, il comandante dei Carabinieri: “Su Genova mettiamo attenzione, monitoriamo alcuni soggetti” foto

Il colonnello Riccardo Sciuto ha chiarito cosa sono e a cosa serviranno le Api, squadre di aliquota primo intervento, formate per fronteggiare emergenze particolari

Più informazioni su

Genova. “Genova sostanzialmente è sicura, ovviamente saranno prese misure in più per garantire ai cittadini la possibilità di godere appieno di questa bellissima città”. A dirlo è il colonnello Riccardo Sciuto, comandante provinciale dei Carabinieri di Genova, che spiega anche cosa sono i reparti Aliquota Primo Intervento (Api).

“Le Api sono state concepite in realtà nel 2015 ma sono entrate in linea dal punto di vista operativo nel 2016 a partire dall’estate scorsa e in seguito il dispositivo si è affinato. Si tratta di un reparto integrato all’interno del nucleo radiomobile delle grandi città – continua il comandante Sciuto – specializzato per fronteggiare emergenze particolari o gravi reati, certamente tra questi i fenomeni di terrorismo ma non solo. E’ dotato di tecnologie molto avanzate con armi di ultima generazione che opera non in stand-by, cioé attendendo che si verifichi un evento ma agendo nell’ambito del controllo il territorio cosi’ come fa il nucleo radiomobile”.

“E’ chiaro che la capacita’ di risposta delle Api è un po’ più robusta rispetto ad altri reparti. Si sono addestrati insieme agli operatori dei Gis e questa è una garanzia. Le Api operano anche in maniera integrata con le omologhe unità della Polizia di Stato”, spiega ancora il comandate, sottolineando che dopo l’attacco di Barcellona anche Genova risulta essere tra le città a cui viene prestata la maggiore attenzione: “Come tutte le grandi città naturalmente c’è grande attenzione e i recenti eventi sono stati esaminati in più di una seduta del Comitato provinciale per la sicurezza e sono state esaminate le misure eventualmente implementabili per un migliore governo del territorio”.

Notizie di stampa segnalano alcuni estremisti anche a Genova: “Sui contenuti non posso aggiungere nulla, ma è evidente che l’attività di polizia giudiziaria è monitorata anche dalla Direzione Antimafia di cui l’antiterrorismo è settore peculiare. Le indagini sono incardinate per attività su alcuni soggetti che ovviamente meritano di essere seguiti. Senza voler approfondire perché si tratta di un campo particolarmente delicato”.