Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Smurano una cassaforte da appartamento e tentano la fuga con gli abiti trovati in casa, due arresti fotogallery

Genova.Ancora una volta è stata la segnalazione di un vicino di casa a permettere alla Polizia di sventare un furto in appartamento e arrestare i malviventi, in questo caso due cittadini georgiani, rispettivamente di 40 e 27 anni, in quanto colti nella flagranza del reato di tentato furto in abitazione.

L’allarme poco prima delle ore 06.00, alla Sala Operativa della locale Questura, con la chiamata di un cittadino, il quale segnalava forti rumori provenire dall’appartamento del vicino, sito in questa via Dell’Arena, i cui proprietari erano temporaneamente assenti. A seguito della segnalazione, venivano inviate due volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico le quali, attraverso un attento coordinamento, si avvicinavano all’abitazione impedendo di fatto ogni via di fuga dei malviventi.

Una volta giunti sul posto, gli operatori individuavano i due georgiani proprio nell’atto di uscire dall’edificio in cui si trova l’appartamento indicato con, rispettivamente, una borsa ed un sacchetto. Nel tentativo di giustificarsi, i due dichiaravano di essere turisti, ma gli immediati accertamenti degli operatori delle volanti permettevano di appurare che all’interno della borsa vi era una cassaforte appena smurata, contenente preziosi, orologi e contanti per un valore complessivo di circa 50.000 Euro, oltre ad , arnesi atti allo scasso.

Poco distante dall’edifico, veniva individuata l’autovettura utilizzata dai malviventi, una Mercedes “Classe C” intestata proprio ad uno dei due, che veniva posta sotto sequestro unitamente a tutta la refurtiva. I successivi accertamenti mettevano in evidenza come i ladri avessero anche trafugato dall’appartamento abiti dei proprietari e li avessero indossati in occasione dell’uscita dal palazzo, cambiandosi i vestiti con cui vi avevano fatto ingresso, presumibilmente per rendere ancor più difficoltoso il loro eventuale rintraccio.