Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sabato bandiere a mezz’asta anche sulle spiagge genovesi per ricordare il bagnino eroe marchigiano

A lanciare la proposta è Gianmarco Oneglio, presidente regionale di Fiba Confesercenti, che chiede inoltre norme più stringenti per sensibilizzare i bagnanti al rispetto della bandiera rossa in caso di mare mosso

Più informazioni su

Genova. Sabato 12 agosto bandiere a mezz’asta su tutte le spiagge della Liguria per onorare, nel giorno del suo funerale, la memoria di Pierluigi “Bigio” Ricci, il bagnino eroe annegato lunedì scorso per salvare alcuni bagnanti in difficoltà a causa del mare mosso a Torrette di Fano, nelle Marche. A lanciare la proposta è Gianmarco Oneglio, presidente regionale di Fiba Confesercenti.

«Abbasseremo le bandiere in segno di rispetto e cordoglio verso la famiglia – commenta Oneglio – ma questa tragedia deve rappresentare anche l’occasione per riflettere sull’importanza dei bagnini e del servizio che ogni giorno prestano sulle spiagge di tutta Italia, a salvaguardia dei bagnanti e della loro incolumità.

«Quanto accaduto a Fano, dove “Bigio” ha perso la vita per salvare un padre e i suoi due figli tuffatisi nonostante la bandiera rossa esposta, deve altresì sensibilizzare gli stessi bagnanti sul rispetto delle procedure di sicurezza: quando issiamo la bandiera rossa non lo facciamo per gioco, ma per dare indicazioni importanti: significa infatti che il mare è mosso e che è quindi pericoloso tuffarsi e fare il bagno.

«Da tempo Fiba Confesercenti chiede normative più stringenti e una maggiore consapevolezza da parte dei bagnanti, come d’altra parte ribadito lo scorso 1 giugno in occasione dell’incontro con l’ammiraglio Giovanni Pettorino, direttore marittimo della Liguria e comandante del Porto di Genova. Spesso, infatti, c’è chi incurante del pericolo decide ugualmente di fare il bagno nonostante l’esposizione del segnale che intima il divieto di balneazione, mettendo così a rischio la propria vita e quella di chi, come in questo caso Pierluigi Ricci, ha finito per perderla nel tentativo di salvare quella degli altri».