Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Porto Antico Spettacolo, la carica dei 32 mila

Dopo 52 serate e 60 spettacoli, la rassegna estiva conclude con un risultato definito “ottimo”. Il record va agli Ex-Otago

Più informazioni su

Genova. 32.000 sono stati gli spettatori che hanno acceso Genova Porto Antico Estate Spettacolo e che si sono mescolati alle migliaia di turisti che in questa estate caldissima hanno affollato, e lo stanno facendo anche in questi giorni, un Porto Antico e una città di Genova sempre più attrattiva per viaggiatori da tutta Italia e tutta Europa.

In un programma di quasi un mese e mezzo, al Porto Antico hanno avuto spazio spettacoli di ogni genere: la musica, la danza, il cinema, la letteratura, le arti grafiche, il teatro, il cabaret, il musical, la Silent Disco e altri ancora. “Il segnale più importante di questa EstateSpettacolo è senza dubbio la conferma che, al diciottesimo anno di vita, la rassegna – dicono gli organizzatori – ha ormai conquistato una sua fisionomia e una sua riconoscibilità, ed è diventata uno degli appuntamenti più attesi della stagione estiva, sia per il pubblico (non soltanto genovese) che per gli artisti e gli organizzatori, che ormai riconoscono alla città di Genova un appeal naturale e al Porto Antico la capacità di ospitare al meglio eventi di ogni genere”.

Tra gli elementi di successo, la musica. Tre grandi palchi per molti generi e per artisti di ogni tipologia, dalle star internazionali amate dal grande pubblico ai maestri seguiti dai veri cultori del genere fino agli emergenti pronti a mostrare il loro talento. Tra i successi dell’edizione 2017 il primato di concerto più partecipato è stato con 3.200 spettatori quello dei genovesi Ex-Otago, presentati da Distorsioni Festival, che hanno reso onore al fatto che all’Arena del Mare giocassero in casa.

Molto partecipati anche i concerti di Alvaro Soler e Francesco Gabbani che hanno superato la soglia dei 2.500 fan, così come ottimi sono stati i risultati delle star di Live in Genova Francesco Renga e Alessandro Mannarino, e dei protagonisti di Goa Boa Festival Samuel e Sfera Ebbasta, dei nostrani Buio Pesto e della musica indie de Lo Stato Sociale di Supernova Festival.

Finale di Arena del Mare decisamente “col botto”, quando il 23 luglio scorso un pubblico affascinato ed entusiasta ha preso parte al Concerto di Mezza Estate organizzato dal Teatro Carlo Felice con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo e ammirato un incredibile dialogo tra musica e fuochi d’artificio alle spalle del palco.

La novità che più di tutte ha riscosso un grande, anche se non inaspettato, successo di pubblico e critica è stata la prima edizione di Cine&Comic Fest. Il festival dedicato ai rapporti tra cinema e fumetto ha permesso a tantissimi fan del genere, arrivati da tutta Italia, di partecipare a molti incontri nell’arco di 5 giornate, assistere a proiezioni di film, in anteprima nazionale e anche in anteprima mondiale (a dimostrazione di quanto le major abbiano da subito dato fiducia ad un nuovo appuntamento genovese), e incontrare di persona dei veri miti del settore, come l’incontro dei fan con Zerocalcare che si è protratto fino a notte fonda.

Grande successo in Piazza delle Feste anche per il cabaret di Ridere d’Agosto ma anche prima, con spettacoli da tutto esaurito e un pubblico con le lacrime agli occhi dalle risate: tra questi confermato il successo dei comici genovesi Bruciabaracche in duplice serata per rispondere alle tante richieste sopraggiunte, così come l’esilarante show di Enzo Paci, per la prima volta in una performance “solista”. Chi cercava una serata leggera e divertente è stato accontentato anche dalla presenza in cartellone dello spettacolo de I Pirati dei Caruggi, altro esempio di comicità nostrana portata da Palco sul Mare Festival.

La dimensione più raccolta, riflessiva e intima di Piazza delle Feste ha creato l’atmosfera ideale per i mostri sacri del jazz di Gezmataz Festival & Workshop, anche quest’anno con un cast composto da star internazionali come Yamandu Costa, The Bad Plus e Saxophone Summit e con la realizzazione di un workshop sempre più apprezzato anche a livello internazionale, con giovani promettenti musicisti arrivati da tutta Italia e anche dall’estero per partecipare alle lezioni con grandi maestri del genere come Peter Erskine.

Musica di grande classe per tutta la stagione, con il jazz nuovamente protagonista della serata organizzata dalla Filarmonica Sestrese – nella quale i giovani musicisti sono stati accompagnati da un ospite d’eccezione come Dado Moroni – così come nelle serate dedicate al balletto classico e contemporaneo di Genova Outsider Dancer e nei concerti dedicati alla musica sinfonica e al tango portati dal Teatro Carlo Felice.

Una situazione che ha accolto anche concerti più “movimentati” come quelli del Porto Antico Prog Fest e della prima edizione del Porto Live Metal Fest con un pubblico diverso da quello abituale ma non per questo meno caloroso. Musica di oggi ma anche musica di ieri con le serate che facevano tornare indietro nel tempo, come le serate di Palco sul Mare Festival, La Notte dei Tributi e soprattutto il concerto sold out dei Reunion in Classics con il loro omaggio all’album Sgt. Pepper. Molto apprezzate anche le serate ad ingresso gratuito che hanno sostenuto un ottimo standard qualitativo, dal concerto dei D.O.C. per l’Associazione Gigi Ghirotti alle finali di Festival Estivo e la premiazione/concerto di Riserva Sonora.

Ma l’EstateSpettacolo continua. Arena del Mare e Piazza delle Feste concludono la loro programmazione per l’anno 2017 ma la rassegna che anima le estati genovesi ritorna, dopo una breve pausa, con uno spettacolo di grande impatto in una location unica e suggestiva. Dal 23 al 27 agosto sull’Isola delle Chiatte andrà in scena “La leggenda di Moby Dick”, monologo realizzato dall’attore e regista Igor Chierici, insieme a Luca Cicolella, che unisce il racconto di Melville alla suggestione dei tamburi giapponesi suonati dal vivo.