Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Merce contraffatta, “colpaccio” dei carabinieri: 15mila euro di merce sequestrata

Dopo un doppio pedinamento scoperto un magazzino con borse, giacche e pantaloni pronti ad essere venduti

Genova. Dopo un doppio pedinamento, i militari di Rapallo e Portofino hanno scoperto magazzino di merce contraffatta, pronta per essere portata in vendita: oltre 15mila euro tra borse, giacche e pantaloni.

Il ritrovamento è accaduto lo scorso sabato, a seguito di un pedinamento di un cittadino senegalese classe 1956 da oltre 25 anni in Italia, che una volta uscito dalla stazione ferroviaria di Rapallo, a mani vuote si dirigeva verso San Michele di Pagana.

I carabinieri hanno seguito l’uomo, già noto quale ambulante irregolare, sino alla spiaggia dove si è mescolava tra i bagnanti e turisti, scomparendo per qualche istante; dopo pochi minuti lo stesso ricompariva unitamente ad un bengalese classe 1991, entrambi con in mano delle sacche voluminose.

Giunti tra i bagnanti i due si dividevano e cominciavano ad esporre la merce;
ad un certo punto il cingalese veniva avvicinato da una coppia e l’uomo tirava fuori una borsa “in pelle”. Conclusa la vendita i due turisti si allontanavano e l’ambulante riprendeva la sua strada sulla quale però trovava i Carabinieri. Vistosi scoperto tentava invano di nascondere le borse contenenti la merce dietro a dei cespugli.

Contemporaneamente un’altra pattuglia fermava il senegalese con due borse piene di pelletteria contraffatta che cercava di allontanarsi.

Restava da svelare però il mistero di come fossero comparse improvvisamente quelle borse contenenti la merce contraffatta poi sequestrata.

Esperite le formalità di rito, i due extracomunitari muniti di regolare permesso di soggiorno, venivano rimessi in libertà; a distanza però, alcuni militari in borghese li pedinavano sino a giungere sulle alture di San Michele di Pagana dove il senegalese, che aveva in mano alcuni effetti personali,  entrava in un vicoletto per poi riuscire a mani vuote.

I militari allora percorrevano tutte le stradine vicine sino a giungere ad un magazzino abbandonato.

All’interno i Carabinieri rinvenivano gli oggetti lasciati dall’ambulante e altra merce contraffatta, tra giacche, borse e indumenti vari. Il valore complessivo della merce sequestrata è di circa 15.000 euro.

I due sono stati denunciati a piede libero per ricettazione e vendita di merce contraffatta.